Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il Joe’s Blues Festival infiamma la piazza. Pubblico anche da fuori regione per un evento che promuove il territorio foto

Un successo ben oltre le aspettative per la nona edizione del Joe’s Blues Festival, la manifestazione dedicata a Lino Musacchio. Il centro storico del paese bassomolisano si è trasformato nella cittadella del blues, mostrando in modo inedito la caratteristica piazza del borgo.

Il Blues, da sempre considerato genere di nicchia, attraverso le performance degli artisti che si sono esibiti nelle due serate, è stato capace di coinvolgere il numeroso pubblico, in gran parte proveniente da fuori regione. Un modo anche per far conoscere il nostro territorio e far apprezzare i prodotti tipici come il vino e la pampanella.

Joe's blues festival 2019

“Il successo di un evento come il Joe’s Blues Festival è stato reso possibile grazie al lavoro degli organizzatori e dei giovani del posto che mai come quest’anno hanno partecipato alla realizzazione questa splendida manifestazione” ha dichiarato il sindaco Giovanni Di Matteo.

L’apertura del Festival, venerdì 2 agosto, è stata affidata a Pasquale Aprile, accompagnato dalla sua band, seguito dal concerto della formazione pugliese Martino Palmisano e Complanare Blues Band. Presente nel cartellone della seconda serata anche il noto gruppo basso molisano Sound Zero e la formazione romana blues Three Steps. In conclusione, l’esibizione il 3 agosto di Mike Sponza che vanta una carriera pluridecennale e collaborazioni internazionali, diventato l’esponente di punta di quello che potremmo definire blues europeo.

Toma e Di Matteo al Joe's blues festival

Nella giornata conclusiva c’è stato anche il saluto istituzionale del presidente della regione Donato Toma, sostenitore della manifestazione e appassionato del genere blues. La serata si è conclusa a notte fonda con le Jam Session di musicisti locali per una sessione di musica live totalmente improvvisata.

 

Sulla scorta della linea tracciata nelle scorse edizioni, il cartellone del festival non si è limitato ad i concerti musicali bensì sono state incluse molteplici attività connesse al Blues ed al mondo della musica. Diverse le iniziative che hanno caratterizzato la manifestazione: a partire dall’evento inaugurale Crossroad, con momenti di particolare interesse tra note blues, gesti di condivisione e testimonianze sul mondo del lavoro e dell’integrazione e grazie alla collaborazione degli organizzatori del South Italy Blues Connection di Matera, nonché la presentazione e proiezione del documentario di Armando Lostaglio “Cinema & Blues” con interventi dell’autore.