FotograficaMente, la vita all’interno del Centro di salute mentale diventa un film

La vita all’interno del Centro di Salute mentale di Termoli diventa un film-documentario. Martedì 3 settembre alle 11:30, presso il Csm di Termoli in via del Molinello, verrà presentato il progetto “FotograficaMente”, attivo da circa un anno presso i vari servizi del Csm stesso.

Il centro negli ultimi mesi ha interagito con il gruppo In to the frame, raccogliendo materiale per raccontare la vita di utenti, famiglie e professionisti che quotidianamente frequentano il centro e i suoi “satelliti” (Centro Socio-lavorativo, CRP di Casacalenda, Centro Diurno di Termoli). In questo modo, sono stati realizzati scatti fotografici e video-interviste, riprendendo le azioni e i momenti all’interno degli spazi di cura e di vita delle persone.

Con il materiale raccolto è stato prodotto un film dal titolo “FotograficaMente” della durata di circa 100 minuti ed è prevista la pubblicazione di un libro fotografico in cui gli scatti dei fotografi, affiancati ai testi di alcuni operatori del Csm, raccontino delle storie che diano alla comunità locale l’opportunità di toccare con mano, entrando nel merito della questione, una realtà poco conosciuta e spesso filtrata da pregiudizi e atteggiamenti stigmatizzanti. Il film sarà distribuito a livello nazionale e internazionale, sia con finalità scientifiche sia come prodotto significativo nell’ambito del documentario-intervista-dossier.

Il gruppo In to the frame, che ha collaborato nel progetto, è un collettivo fotografico composto da Rossella Dargenio, Nicola De Leo, Davide Di Lalla ed Elena Vizzoca, che si pone l’obiettivo di raccontare le realtà della nostra epoca attraverso un linguaggio ormai sempre più diffuso e riconoscibile, quello della fotografia e del cinema. L’operato di In to the frame è frutto di costante confronto tra esperienze esistenziali assai differenti ed è per questo intriso di molteplici valori e di attenzione alla sensibilità verso i diversi modi d’essere e di pensare.

Quest’ultimo progetto ha voluto porre l’attenzione sulle persone, protagoniste di un racconto poche volte narrato e, ancor meno, ascoltato. Lo spettatore ha l’occasione di visitare i luoghi del Centro di Salute Mentale di Termoli e dei servizi a esso collegati, conoscerne i membri dell’equipe, i fruitori, le attività svolte, con sguardo privo di qualsiasi tipo di pregiudizio e di intrusività.

foto da intotheframe.it