Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Elezioni Provincia, il centrodestra converge su Roberti. Sfiderà Caporicci per la presidenza fotogallery

A contendersi la presidenza della Provincia di Campobasso sono Francesco Roberti (sindaco di Termoli) per il centrodestra e Giuseppe Caporicci (primo cittadino di Portocannone) per il centrosinistra. Questa mattina la presentazione delle candidature.

Il centrodestra converge sul primo cittadino di Termoli per la corsa alla presidenza della Provincia di Campobasso. Questa mattina a Palazzo Magno, accanto a Francesco Roberti, il sindaco di Petrella Tifernina, Alessandro Amoroso, fino a ieri tra i papabili per la posizione di vertice dell’ente di via Roma.

Il centrodestra ha deciso di restare unito”, questo il commento a caldo dei due amministratori. “Il Basso Molise rivendicava una rappresentanza a livello regionale ed è stata recepita dal tavolo del centrodestra a cui va il mio ringraziamento”, commenta Roberti.

Elezioni provinciali 2019 presentazione liste

“Io e Roberti non siamo mai stati in contrapposizione – ribadisce il sindaco di Petrella Tifernina, Alessandro Amoroso -. È venuta fuori questa sintesi soprattutto perché il Basso Molise si sentiva poco rappresentato a livello istituzionale e quindi i sindaci maggiori dell’area del Basso Molise hanno chiesto tale convergenza. Questo non significa che ci si possa dimenticare dell’area centrale. Il presidente farà gli interessi di tutti i territori”.

La convergenza del centrodestra su Francesco Roberti è stata raggiunta anche grazie alla lunga mediazione dell’assessore regionale Vincenzo Niro a margine di una serie di incontri con gli amministratori molisani (qui la presentazione, con Michele Marone e Bruno Fraraccio arrivati da Termoli).

Elezioni provinciali 2019 presentazione liste

Fondamentali per il buon esito della vicenda gli incontri tenutisi tra lunedì e martedì, quando si è scongiurato il replicarsi di quanto accaduto per la Provincia di Isernia dove a fronte di un accordo unitario, tra i rappresentanti dei partiti di centrodestra, sulla candidatura di Felice Ianiro, sindaco di Frosolone, si è registrata una seconda candidatura, quella del sindaco di Venafro Alfredo Ricci, riconducibile a qualche esponente del centrodestra stesso, che aveva deciso a sorpresa di non attenersi alla linea decisa al tavolo politico e di cercare appoggio e consenso in altra coalizione.

Il centrosinistra, come già annunciato ieri, ha deciso di partecipare alla partita, investendo sul sindaco di Portocannone, Giuseppe Caporicci (alla presentazione erano presenti Bibiana Chierchia e Giovanna Viola).

giuseppe caporicci

“Il mio grazie, e quello di tutta la compagine del centrosinistra molisano, – commenta il segretario regionale del Pd, Vittorino Facciolla – va innanzitutto al sindaco Caporicci, persona di grandi qualità, che sta dimostrando come si possa amministrare benissimo un ente, una comunità ed un territorio pur se tra mille difficoltà e con una incredibile scarsezza di risorse economiche. Ma il grazie ancora più sentito va alla segreteria del partito ed ai suoi membri per la straordinaria forza che hanno messo in campo riuscendo a raccogliere sottoscrizioni in soli tre giorni, dimostrando che il Partito Democratico è ancora vivo ed è fatto di persone che credono nel territorio e nella possibilità di farlo rinascere”.

Giovanna Viola, Vice Segretario Regionale del Partito Democratico, precisa: “Il primo ringraziamento va a Giuseppe Caporicci che ha messo la sua persona e professionalità a disposizione del centro sinistra tutto, in una sfida che appariva complicata ipotizzare solo qualche giorno fa.
A seguire, tutti gli amministratori locali che ancora credono in un’alternativa reale e che hanno dimostrato che l’appartenenza e la lealtà sono ancora baluardi da difendere.
Infine, ma solo in ordine cronologico, il ringraziamento più grande ad una squadra che si è prodigata anche in giorni di ferie ottenendo un risultato unico: tutta la Segretaria Regionale, il Vice Segretario Maricetta Chimisso, i Segretari i di Federazione Oscar Scurti e Andrea Vertolo, il Responsabile Organizzativo Michela Pizzuti. Ed ora: Forza Giuseppe, siamo solo all’inizio”.

Il 3 settembre i sindaci e i consiglieri della Provincia di Campobasso – circa 950 amministratori – saranno chiamati ad esprimere la propria preferenza tra Roberti e Caporicci.

Elezioni provinciali 2019 presentazione liste

Il presidente resterà in carica quattro anni e si troverà ad amministrare Palazzo Magno con una maggioranza a trazione centrodestra, eletta lo scorso 31 ottobre.

Grande assente il MoVimento 5 Stelle. Il capoluogo di regione resterà spettatore non partecipando alla competizione e quindi alla rappresentanza all’interno della Provincia di Campobasso.