Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Le Rubriche di Primonumero.it - In Box

Disservizi postali: il racconto di un termolese arrabbiato

Più informazioni su

Il 19 agosto scorso ho trovato attaccato all’esterno del mio portone condominiale (alla mercè di chiunque passasse lì davanti, nella trafficata via Martiri della Resistenza) un avviso di giacenza Come si può leggere su tale avviso, dal giorno 21 agosto (ore 10) sarebbe stata disponibile per il ritiro presso l’ufficio delle poste centrali di Termoli una raccomandata contenente la patente (richiesta da mia moglie una settimana prima). Provvisto di relativa delega, mi sono recato il giorno 21 agosto alle ore 12 munito del suddetto avviso, attenendomi scrupolosamente alle istruzioni contenute nell’avviso. Dopo 1 ora di attesa, la impiegata postale di turno mi dice che le raccomandate giacciono presso il loro ufficio a partire dal 6° giorno lavorativo successivo alla data della mancata consegna, sostenendo che il postino aveva sbagliato ad indicare la data del 21 per il ritiro. Al mio disappunto sulla perdita di tempo da me fatta per un errore commesso da altri mi ha suggerito, come alternativa, di andare personalmente a ritirarlo presso il loro deposito situato nella zona industriale.

Non vedendo il motivo per cui sarei dovuto attivarmi io, con la mia macchina, per consegnare a mia moglie una raccomandata per la quale qualcun altro viene già pagato per svolgere tale compito, decisi di aspettare i fatidici “6 giorni lavorativi” per poter ricevere l’agognata patente.

Quindi il 27 agosto, cioè 7 giorni lavorativi dopo la mancata consegna, mi sono recato nuovamente presso l’ufficio postale. Dopo un’altra ora di attesa, e dopo che l’impiegato di turno ha trascritto i miei dati per poter ricevere la raccomandata, ecco la nuova amara sorpresa: la busta non era ancora lì.

Dopo una rapida ricerca ha capito il motivo di tale mancanza: era troppo presto poiché, al contrario delle normali raccomandate (aspetto non notato dalla sua collega lo scorso 21 agosto) le raccomandate contenenti la patente sono “assicurate” (caratteristica non attestata dal postino sull’avviso di giacenza – suo 2° errore) e vengono consegnate al loro ufficio non prima di 2 settimane dalla mancata consegna. Altrimenti c’era sempre la solita alternativa : andare personalmente a ritirarlo nella zona industriale. Preferisco ancora aspettare i primi di settembre: speriamo bene…

Faccio una riflessione : è possibile che per errori altrui una persona debba perdere inutilmente 2 giorni di tempo? Durante le ferie estive ci si può passare sopra… ma cosa sarebbe successo se tutto questo fosse successo durante il periodo lavorativo, lasciando magari il lavoro per ben 2 volte inutilmente?

Ultima chicca : volevo fare una nota di protesta alla direttrice postale riguardo il comportamento del portalettere (2 errori sull’avviso da lui compilato) ma mi ha risposto che lei non controlla più l’operato dei postini. A tale scopo ora vi è un apposito numero telefonico che lei mi ha consegnato.

…No Comment…

       Un termolese arrabbiato…

Più informazioni su