Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Disoccupati, vivevano in B&B di lusso e appartamenti al centro: in carcere “imprenditori” dell’eroina

La squadra mobile nel primo caso ha perquisito la stanza di un fastoso ed elegante "B&b" del centro storico dove alloggiava la prima coppia: in camera c'erano crack, eroina e soldi. Poi una perquisizione in un costoso appartamento di via Albino affittato da altri due fidanzati: gli agenti hanno trovato altra eroina e un'agenda per la contabilità dello spaccio

Avevano scelto un B&b di lusso. Una struttura dove per pernottare ci vogliono i soldoni. E loro di banconote dovevano guadagnarne parecchie con lo spaccio di droga che avevano allestito, destinato alla movida di Campobasso.

La squadra mobile del capoluogo ha arrestato due fidanzati  giovanissimi: Roberta Presutti, 30 anni, di Campobasso.

Il compagno Gianluigi Ciocca, di Napoli, è che di anni invece ne ha 25.

Sono loro, i fidanzatini, che avevano affittato la camera nel lussuoso B&b del borgo antico per utilizzarla nello spaccio di cui erano diventati riferimento. E nel periodo di ferragosto, purtroppo, la richiesta di droga cresce.

Gli agenti della mobile di via Tiberio li hanno seguiti e pedinati per molto tempo. Poi, quando hanno raccolto tutti gli elementi utili ad inchiodarli, questa mattina hanno bussato alla porta dell’albergo. Gli agenti nella camera hanno trovato crack ed eroina, gli strumenti utili a tagliare la sostanza stupefacente e quelli destinati a confezionare le dosi.

C’era anche un bilancino di precisione e una somma di denaro di qualche centinaia di euro probabilmente il primo guadagno dello spaccio effettuato nelle ultime ore.

Che si trattasse di spaccio non occasionale, la polizia non ha dubbi perché tra il materiale sequestrato ai fini probatori c’è anche un’agenda con la contabilità che i due tenevano in maniera scrupolosa. Una sorta di  libricino con su scritta una lista di nomi e accanto ad ognuno le cifre della “spesa” per droga.  Aspetto che rende inequivocabile il tenore del business che la coppia aveva creato.

L’uomo recidivo a fatti come quelli scoperti questa mattina è stato arrestato su disposizione del sostituto procuratore della repubblica Francesco Santosuosso.

La compagna invece è stata confinata agli arresti domiciliari.

Ma non soltanto B&b,  gli agenti della squadra mobile sempre questa mattina sono entrati anche in un appartamento di via Albino. Ad allertarli un esposto anonimo inviato in questura nelle scorse settimane che denunciava il sospetto sui movimenti condotti alle spalle della Prefettura. Telefonate di genitori disperati perché in difficoltà con figli giovanissimi che improvvisamente hanno cambiato tenore di vita e comportamenti, segnali che la mobile non ha sottovalutato e che ha invece approfondito.

Così gli uomini di Raffaele Iasi sono entrati nell’appartamento di via Albino e sì, hanno effettivamente trovato un’altra coppia di fidanzati.

Il primo è noto spacciatore di droga già condannato e si chiama Walter Di Bartolomeo, 26 anni di Campobasso. Con lui, Elisa Lionetti che di anni invece ne ha 20 e anche lei campobassana.

Nonostante ambedue fossero interessanti da precedenti di polizia che li vede autori di diversi episodi di spaccio finanche nella recente operazione di polizia denominata “Alcatraz” hanno continuato a delinquere e a spacciare.

Affatto intimoriti delle decisioni giudiziarie che sono state prese a loro carico, si sono finanche affittati un appartamento per continuare ad “operare” lontano da controlli e sospetti.

In casa avevano 23 grammi di eroina e in via Albino c’era tutto quello che è necessario come sempre per tagliare e confezionare.

A dimostrare che avessero i soldi anche l’aspetto che nonostante fossero ambedue disoccupati avevano preso in locazione con un regolare contratto registrato un appartamento in pieno centro urbano, dove ovv8iamente, si sa, gli affitti sono assai più cari.

Elisa Lionetti è stata associata al carcere di Benevento (sempre su disposizione del sostituto procuratore Francesco Santosuosso) dove fra l’altro si trova già detenuta anche la madre (Maria Carmela Stazi) e la zia (Ramona Mandato), le due donne arrestate sempre dalla Mobile e ritenute le “nuove lady” dello spaccio locale.

Walter Di Bartolomeo invece è stato rinchiuso nella casa circondariale di Campobasso.