Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Di notte con l’archeologa per scoprire la storia della città: occasione per turisti e termolesi

Con Me.Mo. Cantieri Culturali e CreAmar in giro per il centro storico di Termoli con una archeologa per illustrare la storia della città a turisti e cittadini. Un'occasione per trascorrere una serata ad agosto e offrire un'opportunità culturale ai vacanzieri

Termolesi, romani, milanesi nati in Russia e tanti bambini. Questo il gruppo che nasce davanti alla Torretta Belvedere in una sera d’estate in pieno agosto. Si ritrovano a far parte di una piccola compagnia che per un’ora e mezza condivideranno spazi, ambienti, incontri e confronti. Condivideranno soprattutto la storia, quella della città di Termoli e dei dintorni nel territorio bassomolisano raccontata da una guida esperta, una archeologa che ha costruito nel borgo della cittadina adriatica e nei suoi vicoli che si affacciano sul mare una passeggiata archeologica “per scoprire e vedere quello che non c’è più, ma che ci permette di sapere e ricostruire”.

visita-guidata-termoli-156678

Per questo appuntamento a ridosso del ferragosto è Lidia Di Giandomenico, archeologa professionista termolese e presidente di Me.Mo.Cantieri Culturali a fare da guida al gruppo, esplorando il borgo e svelando retroscena e racconti nascosti sulla città adriatica. Con la sua associazione, che gestisce i maggiori luoghi di cultura del territorio molisano, e con la collaborazione della CreAmar di Termoli, sono nate le passeggiate serali nel borgo alla scoperta di storia, arte e archeologia di Termoli.

Un appuntamento che ha richiamato diversi partecipanti nei due appuntamenti iniziali, incuriosito i turisti che vogliono scoprire la città in cui trascorrono le vacanze e le giornate al mare e appassionato anche i termolesi, quelli che vogliono vedere con un occhio diverso la città dove abitano, sentire ancora la sua storia con un approfondimento archeologico che porta a scoprire sempre elementi in più del borgo, del castello e delle piccole piazze sparse per il centro storico.

visita-guidata-termoli-156679

E l’occasione si rivela interessante, utile e particolare perché permette al chiaro di luna, nelle calde sere di agosto, di offrire a chi si trova a passeggiare per il centro un nuovo spunto di conoscenza, un’esperienza che arricchisce gli appuntamenti dell’estate e che si rivela essere un buon asso nella manica per la città – che amplia così la sua proposta culturale nella bella stagione – e anche per turisti e cittadini, che dietro un piccolo contributo, possono trascorrere una serata diversa.

visita-guidata-termoli-156680

Si parte dal belvedere dei fotografi dove la storia si mescola all’archeologia e le domande iniziano a venire fuori una dopo l’altra, si arriva al castello con una visita interna in cui capita anche di “incappare” in una mostra e allora la serata si arricchisce ancora e poi si continua attraverso la strada più stretta fino al cuore del borgo.

Dove la facciata della cattedrale diventa l’oggetto della ricostruzione storica, che si mescola ad alcuni racconti e leggende e finisce con le tante domande, soprattutto curiosità dei partecipanti. Il tempo passa, la serata scorre leggera e in piacevole compagnia fino a concludersi con un passaggio in largo Tornola e poi al belvedere sulla passeggiata dei trabucchi per tornare al punto di partenza, alla Torretta Belvedere dove un ringraziamento e un applauso concludono la serata immersa nella storia.