Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Vigilanza Aquila senza stipendi, sindacati protestano: “Accordi in Prefettura non rispettati”

I sindacati Fisascat Cisl e Uiltec protestano per il mancato rispetto degli accordi da parte della società di vigilanza Aquila che avrebbe dovuto versare entro il 10 luglio la mensilità arretrata di aprile, una delle quattro che i circa 300 dipendenti abruzzesi e molisani devono ancora ricevere.

“Nonostante l’incontro in Prefettura – si legge in una nota dei sindaci – l’istituto Aquila non ha pagato nessuna mensilità”. Infatti i dipendenti lamentano di non aver ancora ricevuto gli stipendi di aprile, maggio, giugno e la quattordicesima.

“I lavoratori non ce la fanno più ad affrontare le spese nemmeno a fare rifornimento per recarsi al lavoro, chiedono agli organi competenti che vengano presi seri provvedimenti nei confronti dell’istituto” scrive Fabio Mignogna della Fisascat Cisl.

Gli accordi firmati lo scorso 2 luglio in Prefettura, a Campobasso, prevedevano inoltre il saldo della quattordicesima entro il 18 luglio, mentre negli ultimi dieci giorni di luglio è previsto un nuovo incontro in Prefettura per avere conferma del pagamento della mensilità di maggio entro il 10 agosto e avere date certe per i pagamenti dei mesi di giugno, luglio e agosto.

La situazione si fa quindi sempre più grave per i circa 60 dipendenti che la società occupa in provincia di Campobasso.