Testimonial d’eccezione contro l’omofobia: ecco gli ospiti del Molise Pride

Pietro Turano, Francesco Stella, Cristina Prenestina, Gabriele Piazzoni e la regista molisana Karole Di Tommaso saranno i testimonial del Molise Pride, la manifestazione in programma a Campobasso sabato 27 luglio, per la quale si sta lavorando da mesi e i cui preparativi sono alle battute finali. Fra i tanti ospiti, alcuni che Arcigay presenta ora con grande soddisfazione, e che hanno confermato la loro presenza.

Ci sarà Pietro Turano, giovane attore salito alla ribalta nell’ultimo anno dopo aver interpretato il personaggio Filippo Sava nella web serie giovanile Skam Italia. Turano, attivista dell’associazione Arcigay e in passato vittima di discriminazione e scritte offensive a scuola, ha interpretato un giovanissimo omosessuale che vive serenamente la propria condizione, nonostante difficoltà e una società opprimente verso le persone LGBT.

A Campobasso per Molise Pride anche Francesco Stella, che ha esordito nel 1998 con Il Commissario Montalbano, interpretando ruoli nelle serie Un Posto Al Sole. Centovetrine e Don Matteo. E’ stato anche redattore del programma “Da Qui a Un Anno”, dove Luce Visco, Presidente di Arcigay Molise, ha raccontato e condiviso il proprio percorso di transizione.

E ancora: ci sarà in piazza Cristina Prenestina, la drag queen che animerà il Molise Pride come da tempo anima con successo i party romani. Dietro di lei la storia di un ragazzo, Francesco, anch’esso venuto dalla periferia, in particolare dalla Puglia, e trasferitosi in una grande città per sentirsi libero. Una delle tante storie di emigrazione che anche il Molise, soprattutto in questo periodo, continua a vivere,

E poi Gabriele Piazzoni, Segretario Generale di Arcigay, la più grande è importante associazione a tutela dei diritti LGBT d’Italia, con circa 60 associazioni sparse in Italia.  Proprio durante il primo mandato di Piazzoni è nata l’Arcigay Molise e senza Arcigay diversi territori sarebbero lasciati nell’isolamento totale, senza alcun presidio di lotta e contrasto all’omofobia.

C’è attesa poi per la presenza della molisana Karole Di Tommaso, regista del film autobiografico “Mamma + Mamma”. La storia di Karole e sua moglie Alessia che hanno deciso di avere un bambino è stata portata sul grande schermo e raccontata con estrema delicatezza. Un film in parte ambientato in Molise (Guardalfiera), che mostra anche uno strepitoso e inaspettato spaccato della nostra regione.