Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Sviluppo, ambiente e sostenibilità: tutto pronto per il festival “Da te solo a tutto il mondo”

L’iniziativa, promossa da Legambiente in collaborazione con il Comune di Campobasso, si svolgerà dal 15 al 17 luglio prossimi al Parco “Eduardo De Filippo” di via San Giovanni dei Gelsi: una tre giorni di dibattiti e approfondimenti “guidati” da alcuni dei più noti divulgatori a livello nazionale. L’assessore Cretella: “Evento importante, che affronterà temi delicati quali il cambiamento climatico, ma anche aspetti legati al sociale e all’enogastronomia”.

Sensibilizzare la comunità locale sui temi legati all’ambiente e alla sua valorizzazione, condividendo saperi ed esperienze preziose; per le salvaguardia del pianeta e per tutti i suoi “inquilini”.

È stato presentato ieri pomeriggio (11 luglio), nell’ospitale cornice del parco “Eduardo De Filippo” in via San Giovanni dei Gelsi, l’evento “Da te solo a tutto il mondo”, il primo festival dello sviluppo sostenibile della città di Campobasso.

Una tre giorni di dibattiti, approfondimenti e laboratori su temi inerenti al rispetto ambientale condotta da autorevoli esperti.

L’appuntamento – curato da Legambiente Molise in collaborazione con palazzo San Giorgio e con l’associazione “Il nostro quartiere San Giovanni” – si terrà nel capoluogo dal 15 al 17 luglio prossimi proprio nell’area verde intitolata nel 2016 al celebre attore e sceneggiatore, per un’iniziativa che ha potuto contare anche sul supporto dell’Ufficio di servizio sociale per minorenni del Molise e del servizio per il volontariato del Molise.

Alla presentazione del calendario dettagliato del festival anche l’assessore comunale all’ambiente, Simone Cretella: “Mi complimento per l’attività e per i temi affrontati – ha commentato l’esponente del MoVimento5Stelle in conferenza stampa – questo è un evento che tratterà infatti il cambiamento climatico, criticità di quest’epoca, ma anche aspetti legati al sociale e all’enogastronomia. Tutti sappiamo, però, come ormai la vera sfida sia quella di lavorare alla creazione di una economia sostenibile capace di cambiare le sorti del pianeta, di evitare lo spopolamento e valorizzare le risorse. Investire sul territorio, in questo senso, è l’unico modello di sviluppo possibile.Valorizzare in sinergia con associazioni di quartiere realtà come quella del Parco De Filippo – ha concluso il grillino – è bello e significativo”.

Andrea De Marco, direttore generale di Legambiente Molise, ha spiegato così le finalità dell’evento: “L’obiettivo è quello di trasmettere determinate tematiche alla città, portando qui dei divulgatori di fama nazionale per trattare di temi che molto spesso non sono affrontati a livello locale, quali ad esempio quelli dei cambiamenti climatici o quelli inerenti all’impatto del cibo sul pianeta. Sono anni ormai che Legambiente lavora sulla sensibilizzazione e qualcosa negli ultimi tempi si sta muovendo: il fatto che la regione si sia dotata di una normativa per la rimozione della plastica dai lidi è un buon segno, in questo senso, come pure le procedure legate al Parco del Matese. Fare qui, in quest’area, il festival ha un significato speciale perché questo spazio è un esempio di valorizzazione della cittadinanza attiva; l’associazione si è spesa per rendere il parco un gioiello e noi speriamo che questo esempio possa estendersi anche ad altre realtà cittadine”.

Presente anche Alberto Cancellario, per l’associazione “Il nostro quartiere San Giovanni”. “Si tratta di un’esperienza importante. La storia di questo parco ha avuto origine negli anni 90, e diciotto anni fa ci fu la creazione della cooperativa per la gestione di questo parco, composta da ex detenuti (l’erba del vicino) che si sono sempre impegnati in modo brillante. Questo parco è meraviglioso, intitolato a Eduardo De Filippo: siamo contenti di metterci a disposizione di Legambiente e cercheremo di condividerla nel miglior modo possibile”.

Nello specifico, i seminari vedranno la partecipazione di Valerio Rossi Albertini (15 luglio, tema: “Cambiamenti Climatici”, a partire dalle 18.30), Domenico Iannacone (16 luglio, tema: “Nutrire il pianeta”, a partire dalle 18.30), mentre per il gran finale del 17 spazio a Lorenzo Fioramonti, Marco Imperiale e Nicola Corona e alla questione “Lo sviluppo è libertà” (ore 18.30).