Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Riapre il Punto Nascite, accettati ricoveri di donne incinte. Ma la situazione resta critica

I vertici dell'Asrem hanno autorizzato nel pomeriggio il reparto di Ostetricia del San Timoteo a ricoverare donne in procinto di partorire. La decisione era attesa dopo che stamane era arrivata la notizia della sospensiva cautelare del provvedimento che disponeva la chiusura del punto nascita. Ma la situazione resta gravissima con pochissimi ginecologi in organico.

Da questo pomeriggio 8 luglio l’ospedale di Termoli è nuovamente autorizzato a ricoverare donne incinte prossime al parto nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale San Timoteo.

Il provvedimento, atteso dopo la sospensiva concessa dal Tar questa mattina, è arrivato nel pomeriggio dai vertici dell’azienda regionale sanitaria. In pronto soccorso l’ok è arrivato a metà pomeriggio dopo che il gruppo ‘Voglio nascere a Termoli’ aveva lanciato l’allarme sulla mancata disposizione che facesse seguito alla sospensiva del Tar che ha bloccato temporaneamente la chiusura del Punto nascite del territorio basso molisano.

Di certo però anche questo sblocco non risolve una situazione che resta gravissima. Difatti il reparto di Ostetricia è autorizzato ad andare avanti nel proprio lavoro fino a quando riuscirà a farcela. Il personale resta sempre troppo scarno con appena 3 ginecologi degli otto che dovrebbero esserci. Per questo non è nemmeno certo che il reparto vada avanti normalmente sino alla sentenza del Tribunale amministrativo regionale attesa per il 24 luglio. Né si può sperare che avvenga un mezzo miracolo per quanto riguarda l’aumento di medici ginecologi che occorrerebbero.

L’Asrem ha infatti bandito un nuovo concorso per reperire nuovi medici ma i tempi tecnici sono di almeno due mesi e non è affatto certo che arrivino risposte positive da quel versante. L’azienda sanitaria regionale ha infatti già contattato diversi medici della provincia di Foggia ma circa 50, che avrebbero potuto rimpolpare il reparto di Ostetricia termolese, a quanto pare avrebbero rifiutato.

Intanto domani a Campobasso all’Asrem si terrà una riunione con il personale del reparto per decidere il da farsi.