Porta a porta da primato: raccolta differenziata oltre il 75% nell’ultimo quadrimestre

A Portocannone la raccolta differenziata dei rifiuti cresce e raggiunge percentuali altissime, attestandosi su un +77%, stando ai dati riferiti all’ultimo quadrimestre dall’azienda Giuliani Environment che si occupa del servizio nell’Unione dei Comuni del Basso Biferno. In alcuni casi, inoltre, la soglia dell’80% è stata ampiamente superata con un 85,53 ad aprile ed un 81,91 a maggio.

Una leggera flessione si è avuto a giugno, con un calo al 77,75% “anche in virtù delle celebrazioni della festa patronale, si è avuto un incremento della frazione indifferenziata”, scrive la ditta. Ad ogni modo si tratta di percentuali che superano l‘obiettivo minimo iniziale del 65% posto dall’azienda all’inizio dell’affidamento del servizio.

“Questi dati dimostrano che la cittadinanza di Portocannone sta interagendo in maniera pienamente matura e responsabile nell’ambito del ciclo di raccolta dei rifiuti, distinguendosi nell’ambito dell’Unione dei Comuni del Basso Biferno per la correttezza dei conferimenti – ha dichiarato soddisfatto il primo cittadino Giuseppe Caporicci che, forte dei risultati ottenuti in soli quattro mesi, lancia una sfida – A questo punto possiamo tentare di restare costantemente sopra l’80% di percentuale di differenziata, come accade solo nei comuni più virtuosi d’Italia. Con l’impegno di tutti e con il sostegno dell’azienda appaltatrice che, grazie al suo personale ha saputo organizzare da subito un livello di servizio più che soddisfacente, è un traguardo possibile”.

Il vero banco di prova, che determinerà la riuscita dell’obiettivo ‘ottanta percento’, saranno i prossimi mesi estivi di luglio ed agosto quando il bacino di utenze subirà un aumento a causa dell’arrivo dei turisti e del rientro dei nativi di Portocannone che studiano o lavorano fuori sede. L’obiettivo è vicino ed il primo cittadino non si lascia scoraggiare e lancia un appello ai suoi concittadini: “Continuiamo a differenziare correttamente e segnaliamo all’azienda ed all’Amministrazione Comunale eventuali anomalie e suggerimenti per rendere il servizio ancora più efficiente”.