Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Per 25 anni ai massimi livelli del basket, l’arbitro termolese Enrico Sabetta dice basta

Il fischietto internazionale ha presentato le proprie dimissioni a 53 anni salutando tutti con un post su Facebook

Più informazioni su

Ha scelto un post su Facebook per annunciare pubblicamente che la sua carriera da arbitro è finita. Enrico Sabetta, agente assicuratore termolese di 53 anni, fischietto di serie A da un quarto di secolo e internazionale da una vita, ha deciso di dire basta col basket dei professionisti.

“Finisce qui – ha scritto sul social network -. Ieri ho rassegnato con un pizzico di malinconia le mie dimissioni da arbitro. Sono passati 36 anni 10 mesi e 8 giorni da quando in una piccola palestra della scuola media Albert Schweitzer di Termoli il Professor Artese mi iscrisse “d’autorità” al corso di arbitri di basket tenuto da un burbero napoletano dal cuore d’oro di nome Ninì Ardito.
Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti e ne ho percorsa di strada, tra tantissime gioie e qualche amarezza.
Per questo motivo, mi sento di ringraziare tutti coloro che, chi più chi meno, hanno percorso questo lungo cammino con me, vorrei citarli tutti ma la lista sarebbe troppo lunga e certamente ne dimenticherei qualcuno; però non posso non ricordare il mio papà e la mia mamma protagonisti assoluti del mio film: Il basket, la mia vita“.

Dopo la gavetta, nel 1994 l’esordio in serie A e la rapida ascesa ai più alti livelli nazionali e internazionali di pallacanestro (qui l’intervista che gli dedicò Primonumero.it). Basta guardare le foto qui pubblicata, che mostra Sabetta durante una gara di serie A, mentre parla con Sergio Scariolo, attuale allenatore della Nazionale della Spagna e assistente allenatore dei Toronto Raptors, freschi campioni Nba. Sullo sfondo si intravede un giovanissimo Danilo Gallinari, oggi uno dei più forti giocatori italiani e stella della Nba, dove da quest’anno giocherà con gli Oklahoma City Thunder.

Nella sua carriera Sabetta ha avuto modo di arbitrare gare importanti quali finali scudetto, di trovarsi fianco a fianco con vere leggende di questo sport cui da termolese ha dato lustro.

A Termoli Enrico Sabetta ha portato avanti quella che è una tradizione di famiglia, tanto che il palazzetto dello sport di contrada Mucchietti è intitolato proprio a suo padre, e per anni ha organizzato un torneo di basket con grandi squadre italiane che si sono sfidate proprio al PalaSabetta. Un pezzo di storia della pallacanestro termolese, italiana e internazionale dice basta.

Più informazioni su