Parco comunale, area cani senza acqua da due settimane a causa della rottura di un tubo

C’era una volta la fontanella per l’abbeveraggio degli amici a quattro zampe, dell’area cani all’interno del Parco Comunale. Un tempo al passato perché, da quanto segnalato dai padroni di Fido, da circa due settimane quella struttura da cui dovrebbe sgorgare l’acqua, non eroga nulla, neppure una singola goccia. E non è colpa del caldo o della carenza di flusso idrico dovuto ai lavori alla condotta dell’Acquedotto Molisano Centrale.

L’unica fontana esistente posta nella zona dedicata ai cani, accanto ai parcheggi per intenderci, sembra essersi prosciugata dall’oggi al domani, costringendo i proprietari a portarsi dietro delle bottiglie ricolme di acqua per permettere ai propri amici il giusto afflusso di liquidi e farli dissetare, soprattutto in giornate così calde quando la calura, unita alla fatica dovuta al gioco, mettono a repentaglio la salute.

Tubo rotto al parco comunale

Una condizione che, ovviamente, non crea un’emergenza dal momento che, per i possessori di animali, la salute del proprio cane, gatto o altro amico viene prima di tutto. A finire sotto accusa è lo spreco di acqua che avviene all’interno del Parco Comunale intitolato a Girolamo La Penna, unica area verde della città che, da qualche anno a questa parte, sembra essere completamente allo sbando se non fosse per sporadici sfalci d’erba.

Sotto il ponticello che collega i campi da calcio all’area verde, proprio sotto l’oblò dove le coppie hanno incastonato il lucchetto con le iniziali dei loro nomi, simbolo d’amore eterno, sembra esserci la rottura di una conduttura che fa defluire centinaia di litri di acqua all’interno del ruscello sottostante.

Un vero e proprio spreco”, come scrivono alcuni lettori a Primonumero.it che chiedono l’intervento dell’Amministrazione Comunale per verificare la situazione e ripristinare il naturale flusso della fontana presente nell’area cani: “Il tubo, che va verso l’area cani, si è staccato e perde enormi quantità di acqua che si riversano inutilmente nel ruscelletto sottostante – scrivono alla redazione – Mi rivolgo a voi in modo che qualcuno di competenza possa risolvere il problema ripristinando la fontanella nell’area cani”.