Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Mercoledì 3 luglio acqua col contagocce in Basso Molise: stop al flusso in 10 paesi

Ennesimo intervento di manutenzione all'impianto di potabilizzazione del Liscione. Molise Acque ha avvertito i sindaci di Termoli, Guglionesi, Petacciato, Campomarino, Montenero di Bisaccia, San Giacomo, Larino, Ururi, Portocannone e San Martino in Pensilis che il flusso idrico dalle 7 del mattino a tarda sera sarà sospeso o ridotto pesantemente. I Comuni devono razionare l'acqua per evitare forti disagi alla popolazione in una giornata particolarmente calda.

Ancora una sospensione del flusso idrico, ancora un rischio di rimanere senza acqua. Dai Comuni arrivano rassicurazioni ma intanto, due settimane dopo la crisi idrica che ha interessato buona parte del Basso Molise, l’azienda speciale Molise Acque ha annunciato che mercoledì 3 luglio interromperà per tutta la giornata l’erogazione di flusso idrico in sei paesi e la ridurrà della metà in altri quattro.

Lo stop inizierà dalle 7 del mattino e dovrebbe protrarsi sino a tarda sera. Nello specifico non verrà data acqua a Termoli, Campomarino, Petacciato, Montenero di Bisaccia, San Giacomo degli Schiavoni e Guglionesi. Riduzione del 50 per cento invece per Larino, Ururi, San Martino in Pensilis e Portocannone.

L’interruzione è dovuta, secondo quanto comunicato da Molise Acque, alla manutenzione ordinaria programmata e straordinaria alla cabina Am/Mt a servizio dell’impianto di potabilizzazione ‘Ponte Liscione’. Quindi un ulteriore intervento di un impianto che evidentemente non è efficiente come dovrebbe per garantire un servizio essenziale.

Fortunatamente stavolta il preavviso è stato congruo. I Comuni hanno ricevuto comunicazione già da diverse ore e hanno quindi il tempo di adeguarsi. Per questo i sindaci stanno predisponendo provvedimenti per immagazzinare più acqua possibile – magari chiudendo i rubinetti di notte – all’interno dei serbatoi comunali.

In questo modo tutti i paesi o quasi non dovrebbero risentire dello stop al flusso che per altro, secondo quanto comunicato da Molise Acque, dovrebbe essere regolarizzato nella serata di mercoledì, sempre se non ci saranno intoppi.

La speranza quindi è che ci siano meno disagi anche se ci sono paesi che si sono appena ripresi dalla crisi idrica di metà giugno. Ci sono infatti centri in cui la dispersione di acqua è un problema molto grave e quindi anche una lieve riduzione del flusso potrebbe comportare carenze e gravi disagi, anche perché le temperature si preannunciano molto alte e la giornata estremamente calda.