L’avvocato Tina De Michele vince il premio ‘A tutta Donna’ dedicato alle eccellenze femminili

Sono sei, tutte donne, le premiate della prima edizione di ‘A tutta Donna’, evento organizzato dalla redazione del giornale online atuttamamma.net: c’è una scrittrice, un’insegnante, una ginecologa e chirurgo oncologo, un magistrato, una giornalista e l’avvocato termolese Tina De Michele.

Presidentessa della Consulta per la disabilità, De Michele si batte da anni per l’integrazione delle persone diversamente abili. Un impegno che porta avanti con la forza e la caparbietà che le donne utilizzano per perseguire il loro obiettivo. La sua passione e l’amore per il suo lavoro hanno messo in risalto i problemi che, in una società che si definisce all’avanguardia, persistono e resistono: ad iniziare dalle barriere architettoniche, fino ad arrivare alla paura del diverso.

La sua è una ‘lotta’ quotidiana contro gli stereotipi e le difficoltà che, oggi, le hanno permesso di vincere il premio ‘A tutta Donna’ con la seguente motivazione: “All’avvocato Tina De Michele, che si batte da anni per i diritti dei disabili, tema a lei carissimo. Per la sua capacità di aver affrontato e di affrontare la disabilità in ambito familiare e di averla trasformata in un impegno corale verso i più deboli, a difesa dei loro diritti e compiendo un’opera di sensibilizzazione quotidiana”.

premio a tutta donna

Il riconoscimento sarà conferito nel corso della cerimonia che si svolgerà il 4 luglio alle 18.30 all’Aqua Selz Cafè di San Leone Agrigento. A consegnare i premi saranno alcune eccellenze maschili: il colonnello dei carabinieri Giovanni Pellegrino, il giornalista Franco Castaldo, l’avvocato Giuseppe Scozzari, il professore Giuseppe Iacono e il professore Lillo Sciortino ed un premiante a sorpresa. “Durante la manifestazione ci sarà un dibattito con le premiate, moderato dalla giornalista Maristella Panepinto, che dirige il giornale online www.atuttamamma.net – si legge sul sito promotore del premio – Si parlerà di capacità delle donne di fare squadra e di sognare in grande”.