Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La giunta regionale stanzia 13 milioni di euro per la viabilità molisana. Toma: “Senza strade non c’è sviluppo”

L’esecutivo, inoltre, ha dichiarato l’esistenza del carattere di “eccezionalità dei fenomeni meteorologici intensi del 10 luglio 2019”. Sempre in tema di viabilità, è stato approvato l’avviso pubblico finalizzato alla definizione di un piano di interventi nel settore viabilità che sarà utilizzato dalla Regione per allocare le risorse utili alla concessione dei finanziamenti

La Giunta regionale ha approvato la proposta di legge che riguarda la variazione al bilancio di previsione pluriennale per il triennio 2019-2021, a seguito della quale si è provveduto alla copertura del disavanzo sanitario che ammonta a circa 15 milioni e 700 mila euro.

L’esecutivo, inoltre, ha dichiarato l’esistenza del carattere di “eccezionalità dei fenomeni meteorologici intensi del 10 luglio 2019” e del conseguente evento calamitoso sul territorio dopo il quale è stato richiesto al presidente del consiglio dei ministri, la dichiarazione dello stato di emergenza sulle aree del territorio molisano interessate dall’ondata di maltempo.

Importanti, poi, due provvedimenti che riguardano la viabilità.

In relazione agli interventi stradali di cui al  piano operativo infrastrutture Fsc 2014-2020 e secondo Addendum, la giunta ha proceduto all’individuazione dei soggetti attuatori e all’approvazione dello schema di convenzione che sarà sottoscritto fra Regione e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Questi gli interventi con i relativi importi in milioni di euro: completamento piattaforma logistica Parco intermodale in prossimità dello Scalo ferroviario nel Nucleo industriale di Pozzilli (1,650); Strada di collegamento del centro urbano di Castellino del Biferno alla Piana d’Ischia e “Svincolo su F.V. Biferno” nei Comuni di Castellino del Biferno e Lucito (2,000); Strada provinciale “Istonio Sangrina – diramazione” (2,000); realizzazione dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza della Strada provinciale n° 92 di collegamento fra la S.P. 15 e la S.P. 163 (0,300); manutenzione giunti su viadotti – Svincolo di collegamento Tangenziale Est di Campobasso – 1° e 2° stralcio (0,200); intervento per la messa in sicurezza e ripristino della Strada comunale Carminale di Sotto nel Comune di Gambatesa (0,300); riparazione e messa in sicurezza viabilità urbana nel Comune di Casacalenda (0,600); riqualificazione urbana Viale Marconi, Via C. Cerri, Piazza G. Rivera e completamento Viale Regina Margherita nel Comune di Guglionesi (0,750); realizzazione dei lavori di adeguamento e di messa in sicurezza della strada comunale Via dei Minatori – Via del Cimitero nel Comune di Roccavivara (0,220); intervento di sistemazione e messa in sicurezza della strada di collegamento località San Leonardo – Montagna – Pontoni nel Comune di Trivento ( 0,250); sistemazione e manutenzione delle strade comunali del centro abitato nel Comune di Poggio Sannita (0,300); completamento e messa in sicurezza di una arteria di collegamento tra via Indipendenza e via G. Pepe nel Comune di Acquaviva Collecroce (0,400); Strada Dolazzo  nel Comune di Montemitro (0,200); strade comunali e via per il cimitero nel Comune di San Felice del Molise (0,200); messa in sicurezza e manutenzione straordinaria della viabilità comunale – Via Fiume (di interesse anche dei Comuni di Ururi e San Martino in Pensilis) nel Comune di Portocannone (0,623); messa in sicurezza della viabilità comunale – località Patriccio nel Comune di Roccasicura (0,300); interventi prioritari di messa in sicurezza viabilità comunale (strade di collegamento del centro abitato e della località Selva, Macchia e Bracciolo con la statale 645) nel Comune di Toro (0,280); realizzazione dei lavori di adeguamento e di messa in sicurezza del Corso Aquilonia  nel Comune di Carpinone (0,209); messa in sicurezza e ripristino della strada comunale “Felicioni” e messa in sicurezza e ripristino della viabilità di accesso al centro urbano, Piazza Olmo, Piazza Marconi, Piazza Girasole nel Comune di Castelpetroso (0,209); messa in sicurezza della viabilità in via Vittorio Emanuele e via Croce nel Comune di Pettoranello del Molise (0,209); riqualificazione e messa in sicurezza delle strade comunali di accesso al centro urbano (Circonvallazione Nord) e periurbano nel Comune di Baranello (0,300); gravi eventi di dissesto idrogeologico insistenti sul territorio comunale –  percorso alternativo alla S.P. 163 (tratto centro abitato) nel Comune di Civitacampomarano (1,500).

L’importo complessivo è pari a 13 milioni di euro.

Sempre in tema di viabilità, è stato approvato l’avviso pubblico finalizzato alla definizione di un piano di interventi nel settore viabilità che sarà utilizzato dalla Regione per allocare le risorse utili alla concessione dei finanziamenti.

Sono considerate finanziabili le seguenti tipologie di intervento: messa in sicurezza della sede stradale e delle intersezioni o svincoli; ripristino e messa in sicurezza di manufatti stradali (quali, ad esempio, ponti, cavalcavia, ecc…), con particolare riferimento ai percorsi per la circolazione di veicoli e trasporti eccezionali;  realizzazione e messa in sicurezza dei percorsi e delle fermate del trasporto pubblico; favorire l’intermodalità e l’interscambio e l’accessibilità al trasporto pubblico per persone a mobilità ridotta; realizzazione di nuovi tratti viari.

“La viabilità del nostro territorio – spiega il presidente della Regione –  è a un livello di particolare criticità. Abbiamo il dovere di dare una risposta ai tanti molisani che quotidianamente sono costretti a percorrere strade ai limiti della praticabilità e a quanti vogliano recarsi sul nostro territorio per scopi turistici o per localizzarvi aziende”.

“Per questo motivo – aggiunge – stiamo agendo su due fronti: il primo è quello della messa in sicurezza della viabilità minore, che è vitale per la sopravvivenza dei nostri paesi; il secondo è quello di arrivare alla realizzazione di nuove arterie”.

“Il Molise – conclude Toma –  è una delle regioni più belle d’Italia, ma occorre arrivarci, altrimenti finisce con l’essere uno scrigno di bellezze fine a se stesso”.