Il blitz in spiaggia e la reazione della gente: “Tanto rumore per nulla”. “Fatto bene”. E tu da che parte stai? – SONDAGGIO video

L’operazione della Capitaneria di sabato sera ha scatenato il dibattito. Molti ritengono esagerato l’intervento con 60 uomini ed elicottero in rapporto al materiale sequestrato, altri chiedono invece rispetto delle regole e multe a chi sgarra. Dite la vostra

È stato l’argomento di maggiore discussione del fine settimana: il mega blitz di sabato sera 27 luglio in spiaggia da parte della Capitaneria di porto, a 24 ore da una identica operazione che si era conclusa con un’aggressione verbale e fisica nei confronti proprio degli operatori della Guardia Costiera con intervento di 118 e carabinieri. La reazione è stata netta: uno spiegamento di forze raramente visto in zona, con 60 uomini precettati non solo a Termoli ma in tutte le Capitanerie dell’Abruzzo e un elicottero che si è alzato in volo per perlustrare le spiagge della città.

I risultati sono stati due: quello concreto è il sequestro di circa 450 fra ombrelloni, sdraio, lettini e materiale che vacanzieri, residenti in case al mare, persino attività come residence e camping avevano lasciato sull’arenile, lungo i circa 3 chilometri e mezzo di spiaggia battuta palmo a palmo. Materiale sequestrato, occorre ricordarlo, perché l’ordinanza balneare della Regione Molise prevede che chi non ha una concessione balneare non può lasciare materiale sulla spiaggia dopo il tramonto.

L’altro risultato che il blitz ha provocato è stato il dibattito aperto, tanto sui social quanto sulle spiagge e nei bar, nelle case e nei locali, fra chi plaude all’operato della Guardia Costiera che tende a far rispettare le regole e chi invece denigra l’intervento bollandolo come ripicca a spese dei contribuenti.

blitz-capitaneria-in-spiaggia-foto-guardia-costiera-155264

Da un lato quindi chi ritiene non solo legittimo, ma persino auspicabile una maggiore frequenza di operazioni di questo tipo per molteplici ragioni. Innanzitutto perché se la legge prevede una cosa, quella deve essere. Se per sicurezza non è consentito lasciare materiale sulla spiaggia, allora quel materiale di sera non deve esserci, né devono esistere sconti. Tanto più per la spiaggia, che spesso a Termoli è stata di fatto “privatizzata”, occupata giorno e notte come una proprietà privata.

blitz-capitaneria-in-spiaggia-foto-guardia-costiera-155262

E poi perché chi si comporta così, specie nel caso di attività ricettive, compie una vera e propria scorrettezza, determina una concorrenza sleale nei confronti di chi paga una concessione balneare per essere autorizzato ad avere ombrelloni fissi. Da questo lato della barricata quelli che hanno commentato il blitz con un “ben fatto”, “le regole vanno rispettate”, “la legalità va tutelata”.

Dall’altro lato coloro che si sono idealmente uniti a quei bagnanti che sabato sera hanno urlato alla Guardia Costiera “Vergogna”. Sono quelli che ritengono spropositato l’intervento di un elicottero e di tutti quegli operatori delle Capitanerie di Termoli, Vasto, Ortona, Pescara, Giulianova. Un intervento costato alle casse dello Stato diverse migliaia di euro, affermano i detrattori dell’operazione che rientra nell’ambito di ‘Mare sicuro”.

blitz-capitaneria-in-spiaggia-foto-guardia-costiera-155263

“Una pagliacciata” ha scritto qualcuno. “Un elicottero per due lettini mentre dal mare arriva di tutto” ha rincarato la dose qualcun altro. E c’è chi ha voluto anche sottolineare che un impegno dello stesso tipo, se non maggiore, andrebbe assicurato nei confronti di chi inquina il mare, di chi compie pesca di frodo, di chi trasporta stupefacenti fra le due sponde dell’Adriatico, invece che concentrarsi su pochi ombrelloni abusivi.

Insomma due visioni contrapposte, da un lato chi ritiene necessaria la rigidità nel far rispettare le regole e chi invece suggerisce più flessibilità e obiettivi diversi. Il dibattito è ancora nel pieno, per questo Primonumero.it invita i propri lettori a dire la propria, partecipando al sondaggio qui proposto. E tu, da che parte stai?

Blitz in spiaggia: secondo te la Capitaneria ha fatto bene?

  • Sì, le regole vanno rispettate (69%, 894 Voti)
  • Sì, ma si poteva evitare uno spiegamento di forze così imponente (15%, 192 Voti)
  • No, ci sono cose più importanti da controllare (12%, 150 Voti)
  • No, è stato eccessivo (4%, 52 Voti)
Loading ... Loading ...