Germogli di comunità in piazza Duomo: torna Agorà con 5 serate tra arte, cultura e cene solidali foto

Dal 3 al 7 luglio la Diocesi “abita” piazza Duomo con una serie di iniziative rivolte a tutti: famiglia, giovani, lavoro, arte, cultura, musica e cene solidali destinate a borse lavoro

Al via la sesta edizione dell’Agorà della Diocesi di Termoli-Larino. Dal 3 al 7 luglio piazza Duomo, a Termoli, ospita una serie di eventi pensati per coniugare la riflessione sui temi dell’agenda diocesana – il laicato, il servizio, l’inclusione sociale, il lavoro, la famiglia – con forme espressive capaci di parlare ad un pubblico vasto e variegato.

Nata da una felice intuizione del Vescovo, Gianfranco De Luca, l’Agorà si caratterizza in particolare, come dice la parola stessa, quale piazza da abitare per parlare all’uomo di oggi. “Abbiamo bisogno – afferma Papa Francesco nella Evangelii Gaudium – di riconoscere la città a partire da uno sguardo contemplativo, ossia uno sguardo di fede che scopra quel Dio che abita nelle sue case, nelle sue strade, nelle sue piazze”.  Agorà allora è proprio questo: abitare la città anche grazie al contributo di artisti e di tutti coloro che si impegnano a coniugare fede e vita nel quotidiano.

Il tema della sesta edizione è “Germogli di comunità” e richiama l’impegno di ogni persona a vivere nell’incontro vero e pieno con l’altro per costruire una rete di esperienze e valorizzare le risorse personali e della comunità superando ogni indifferenza e promuovendo una cultura dell’ascolto, dell’accoglienza contro ogni forma di “scarto” come ricorda Papa Francesco.

La Diocesi come una piazza da abitare dunque e tante iniziative aperte a tutti con una chiara impronta fatta di momenti di fraternità, dialogo e solidarietà concreta.

Agorà 2019 programma

Il programma prevede cinque appuntamenti dedicati alla cultura e all’arte con la Visita ai suggestivi sotterranei del Palazzo Vescovile (3 luglio) e della Cattedrale di Termoli con la cripta di San Timoteo (4 luglio); alla famiglia con i Giochi in piazza e laboratori per bambini e lo spettacolo teatrale a cura della Compagnia del Bosco (5 luglio); ai giovani con letture per bambini da 0 a 6 anni, iniziativa di “Nati per Leggere” in Piazza Bisceglie e Arte, musica e testimonianze a cura degli studenti del Liceo Scientifico “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (6 luglio); infine, alla comunità e al territorio con la nuova mostra “Incipit. Radici e arte di un popolo” che prevede anche un vernissage e la degustazione di prodotti italo-albanesi (7 luglio).

In particolare due serate, il 5 e 6 luglio, prevedono una cena solidale con prodotti locali a cura del Catering “Terre del Seminario”, opera segno della Diocesi, il cui ricavato sarà destinato alla realizzazione di Borse lavoro. Il costo è di dieci euro sia per il biglietto della cena solidale che per i biglietti delle visite ai Sotterranei.

Le manifestazioni saranno condotte dal giornalista Fabrizio Occhionero.

Più informazioni su