Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Depuratore, lavori sprint sulla condotta: “Pronta tubatura di riserva, zero rischi per la balneazione” video

L’assessore e vice sindaco Enzo Ferrazzano assicura un intervento rapido per mettere a posto la condotta sottomarina danneggiata nella mareggiata di mercoledì scorso. “Ma lavoriamo anche per delocalizzare il depuratore”

Più informazioni su

Dovrebbero partire la settimana prossima, forse martedì 16 o mercoledì 17 luglio, i lavori di riparazione della condotta sottomarina che trasporta i reflui dal depuratore del porto al largo. Lo fa sapere il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici Enzo Ferrazzano, a margine della conferenza stampa di venerdì pomeriggio 12 luglio nella sede della Capitaneria di Termoli, nella quale sono stati presentati i lavori del dragaggio del porto dei mesi scorsi.

Sommozzatori depuratore condotta porto Termoli

La Crea aveva già acquistato una tubatura di riserva, in previsione di una possibile nuova rottura”. Guasto che, inizialmente negato, è stato invece confermato da Crea e Comune quest’oggi, due giorni dopo la mareggiata che ha colpito la costa molisana.

Quindi il danno era preventivabile. Secondo quanto riferito dal vice sindaco, il punto della rottura attuale non è distante da quello del febbraio scorso, proprio per la conformazione dei fondali e la sistemazione della tubatura, sottoposta a particolari pressioni dalle correnti marine.

Depuratore condotta rotta luglio 19 chiazza

La stessa Crea Gestioni, azienda romana che ha in mano il servizio idrico termolese, starebbe studiando un sistema per renderla più stabile e meno in balia del moto ondoso.

Intanto l’intervento di riparazione dovrebbe avere inizio a breve e a quanto pare non ci sarà bisogno di autorizzazioni varie e conferenza di servizi. “Purtroppo non si può intervenire immediatamente – ha affermato Ferrazzano – perché sabato c’è allerta gialla e lunedì c’è una allerta meteo”.

Secondo l’assessore ai Lavori pubblici non ci saranno problemi per la balneazione, nonostante lo scarico molto più vicino alla spiaggia rispetto al consueto.

Ferrazzano ha poi ribadito quello che è l’obiettivo a lungo termine. “Bisogna lavorare però per delocalizzare il depuratore del porto da lì, perché è un problema per Termoli. Stiamo pensando di ingrandire l’impianto di Pantano basso grazie a dei fondi messi a disposizione dalla Regione. Inoltre in autunno dovrebbe andare a pieno regime il depuratore del Sinarca“.

Più informazioni su

Video correlati

1 di 1