Dalla Colombia a L’Aquila: i gruppi tradizionali al 36esimo Festival del Folklore foto

Con le loro lingue hanno reso un po’ più poliglotta anche la città di Termoli. A sentirli parlare, mentre si cambiano e le loro guide preparano l’intero gruppo per salire sul palco, è tutto un trionfo di accenti, parole e lingue che risuonano tra il Borgo Antico e il porto della città adriatica molisana. Dove, per la seconda serata del 36esimo festival del Folklore organizzato dal gruppo termolese A’ Schaffette, sono arrivati gruppi da tutto il mondo.

festival-folklore-2019-155213

Arrivano dalla Colombia, dal Paraguay, dalla Serbia e dalla Slovacchia e anche da alcune città italiane, ovvero Macerata e da un paesino in provincia de L’Aquila,  Castelvecchio Subequo.  

festival-folklore-2019-155216

Con i colori dei loro costumi tipici, come con le loro musica e le loro danze hanno nuovamente richiamato un pubblico eterogeneo sulle scalette della Scalinata del Folklore dove si svolge la manifestazione e dove negli anni, ormai 36, si sono alternati centinaia di gruppi di altrettanti parti del mondo. Un giro musicale, linguistico e delle tradizioni che ogni anno ottiene grandi successi e sempre grande apprezzamento da parte del pubblico che si ferma non solo ad ammirare i loro abiti pregiati e realizzati a mano, ma anche a sentire la loro lingua.

festival-folklore-2019-155214