Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Costa molisana sott’acqua, danni enormi. Allagamenti, strade impraticabili e asfalto sbriciolato fotogallery video

Strade impercorribili, fondavalle del Sinarca impraticabile, alberi abbattuti e rami pericolanti. A Termoli quartieri senza luce per la violenta tempesta che nel pomeriggio ha interessato il Basso Molise. Squadre di vigili del fuoco e Protezione civile impegnate in numerosi soccorsi. La marina di Petacciato completamente allagata mentre il piano interrato del San Timoteo è pieno d'acqua

ORE 18

rotonda-cannone-154038

Il peggio sembra passato in Basso Molise, ma con la tregua concessa dal maltempo, si inizia a fare una prima parziale stima dei danni provocati dal nubifragio che ha colpito Termoli e i centri limitrofi.

A preoccupare maggiormente c’è il fatto che in diversi punti della città adriatica l’asfalto ha ceduto alla forza dell’acqua, spaccandosi in più punti, con tombini completamente sventrati, scarichi fuoriusciti mischiati al fango e alle pietre che in alcune zone della città hanno richiesto l’arrivo di mezzi per la rimozione.

tempesta-sulla-costa-154059

Attorno alle 18,20 provvidenziale l’intervento di una ruspa in via Rio Vivo che sta provvedendo a rimuovere i residui dalla strada per permettere il ripristino della viabilità.

A Campomarino Lido la strada che dal passaggio a livello va verso la rotonda nei pressi del cavalcavia che conduce al paese è momentaneamente chiusa perché allagata.

A Petacciato intanto rimane alta l’allerta sulla provinciale che conduce allo scalo ferroviario. Difficile la circolazione all’altezza del cavalcavia dell’autostrada dove si è formato uno stagno d’acqua difficile da attraversare. Impercorribile inoltre la provinciale 51 per l’allagamento della Fondovalle Sinarca.

Un tamponamento si è verificato in viale Padre Pio, vicino all’ospedale San Timoteo di Termoli. Ferita una 23enne S.A. che è stata soccorsa dal 118.

ORE 17

Pomeriggio di devastazioni per la tempesta che si è abbattuta sulla costa molisana subito dopo avere investito in maniera fortissima il Vastese e il confine con l’Abruzzo. I danni maggiori proprio a Montenero e Petacciato marina, dove edifici e parcheggi sono finiti letteralmente sott’acqua nella parte più bassa, a ridosso del mare.

Diverse le strade intransitabili e giudicate pericolose per il fiume di fango che rende impossibile circolare: il cavalcavia della A14 di Petacciato marina, la Fondavalle Sinarca, specialmente alla rotonda dell’incrocio con la provinciale 51 e la strada che sale dallo scalo ferroviario in paese.

allagamenti-10-luglio-154032

Ma anche a Termoli le strade hanno registrato allagamenti importanti come quello su viale Marinai d’Italia, dove di fatto non si cammina per i detriti e via Udine, dove l’asfalto appena realizzato e non ancora ultimato è saltato aprendo nuove voragini.

Un incidente si è verificato sulla A14, in direzione nord, nei pressi dell’autogrill in zona Rio vivo. Un mezzo pesante si è ribaltato ma per fortuna non ci sono stati feriti.

Problemi in via del Molinello, la strada che costeggia il parco, dove il maltempo ha letteralmente alzato l’asfalto. Auto costrette ad invadere la corsia opposta per transitare.

tempesta-sulla-costa-154054

Allagata anche contrada Fucilieri, a Termoli nord.

mezzo-pesante-ribaltato-154035

Tra i problemi principali quello dell’ospedale San Timoteo, dove il piano interrato che tra le altre cose ospita l’obitorio, presenta oltre dieci centimetri d’acqua.

Nell’attesa di una bonifica dei vigili del fuoco, impegnati in tantissime emergenze lungo tutto il litorale, il personale sta cercando di fronteggiare alla meno peggio l’emergenza con scopettoni e secchi.

allagamenti-10-luglio-154033

Alle tante criticità emerse dopo tre ore di scariche elettriche e pioggia torrenziale, che hanno messo in ginocchio soprattutto il porto e il centro cittadino, si aggiungono i tanti alberi piegati e spezzati dalla forza del vento e rami caduti sulle strade che rendono ancora più critica la viabilità. Un fiume d’acqua, ad esempio, ha sommerso la Scalinata del Folklore.

Alcuni danni che restano da quantificare, anche negli stabilimenti balneari della spiaggia di Sant’Antonio che di Rio vivo dove sono state sradicate attrezzature da spiaggia.

Via Rio vivo risulta impraticabile, con detriti che hanno invaso la carreggiata proprio di fronte all’ingresso degli stabilimenti balneari.

tempesta-sulla-costa-154047

Le auto sono costrette e fare marcia indietro perchè è impossibile transitare.

 

Disagi anche al porto dove la strada che collega il porto al centro risulta chiusa. Un tappeto di fango, melma e sassi ha invaso il piazzale-parcheggio vicino alla banchina. Sul luogo la Guardia Costiera.

tempesta-sulla-costa-154051

Disagi anche per il trasporto pubblico. Ritardi e treni cancellati sulla linea Pescara-Foggia lungo l’Adriatica. Soppresse alcune corse del Regionale che trasporta i passeggeri da Termoli a Pescara, ma ritardi notevoli anche oltre un’ora per i treni ad alta velocità.

 

ORE 15

La tempesta preannunciata dalle previsioni è arrivata puntuale poco dopo le 14,30 sulla costa molisana, scatenando il caos. Grandine in diversi punti del Basso Molise, pioggia a secchiate in altri, come a Termoli dove il vento impetuoso che ha soffiato per alcuni minuti ha abbattuto un albero alla rotonda di RioVivo sradicando diversi rami in più punti della città.

maltempo-luglio-2019-154009

Disagi e incidenti sulla statale 16, dove un furgone si è ribaltato nel bel mezzo della carreggiata fra Montenero di Bisaccia e Petacciato. Qui sotto invece un video della pioggia e della cascata d’acqua sulle scale del centro abitato di Montenero.

maltempo-luglio-2019-154001

Le temperature sono scese repentinamente e complice l’arrivo di una cella temporalesca da nord, il maltempo sta imperversando con vento forte, pioggia, tuoni e fulmini, creando grossi problemi alla circolazione.

Alberi e grossi rami sulla sede stradale SS87 ed SS 647 ai bivi per San Martino in Pensilis e Guglionesi in particolare
secondo quanto riferito dal 115 che è intervenuto anche per l’autoarticolato ribaltato sulla SS16 in territorio di Montenero di Bisaccia.

tempesta-sulla-costa-154048

Inoltre è stata soccorsa una famiglia rimasta con l’auto in panne, per l’acqua, sotto il ponte fiume Sinarca, nella zona della Torretta di Termoli.

Alberi piegati, rami spezzati sull’asfalto, torrenti d’acqua lungo le strade. Per diversi minuti è sembrato di assistere a una tempesta tropicale.

A Petacciato marina decine di automobilisti hanno cercato riparo sotto la tettoia del distributore di carburanti Agip sulla SS16. Sempre a Petacciato marina, nuovamente allagata l’area che circonda le case popolari di via Maggiore, dove i tombini si intasano facilmente e le fogne non funzionano a dovere.

allagamenti-via-maggiore-petacciato-154003

Il rischio è che possa grandinare in maniera ancora più forte, come successo poche ore fa a Pescara, luogo in cui la grandine è scesa grande come arance provocando grossi danni. Anche a Vasto una grandinata record ha mandato in frantumi vetri di veicoli e danneggiato case. Ecco alcune immagini arrivate dalla vicina cittadina abruzzese.

maltempo grandine Vasto

Il maltempo sta toccando per altro gran parte della regione. A Venafro, sull’altro versante del Molise, pochi minuti di grandinata a fortissima intensità. I chicchi sono piovuti giù grandi come palline da ping pong provocando danni e disagi.

lungomare-nord-maltempo-154010

A Termoli dopo una pausa fra le 15,20 e le 15,50, il maltempo è tornato a farsi sentire. Il vento si è alzato di nuovo e ha portato ancora pioggia forte sulla città e dintorni. Diverse zone di Termoli fanno registrare black out elettrici, sia in zona Porticone che nel quartiere Sant’Alfonso.

I vigili del fuoco sono impegnati in diversi interventi per allagamenti nei garage e negli scantinati e sulle strade per alberi e rami spezzati che ingombrano la sede stradale come alla rotonda di Rio vivo.

albero-rio-vivo-154028

Pioggia incessante pochi minuti dopo le 16, con tuoni fortissimi e numerosi fulmini. La seconda parte della tempesta sembra quindi ancora più consistente di quella arrivata attorno alle 14,30.

Petacciato è sicuramente uno dei centri più colpiti da questa ondata di maltempo. La pioggia scorre come un torrente sulla strada che collega il paese alla marina. Una zona di particolare pericolo è quella del ponte che sovrasta l’autostrada A14 a poche centinaia di metri dal centro abitato nella zona della stazione ferroviaria.

L’acqua infatti si accumula sulla sede stradale e non defluisce e gli automobilisti stanno facendo molta fatica ad attraversare il cavalcavia. La raccomandazione è quella della massima prudenza.

Seguono aggiornamenti

Video correlati

1 di 1