Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Conti del Comune in rosso di 1,7 mln, scintille in Consiglio: “Bilancio non veritiero”. “Accusi un tuo assessore”

Centrosinistra e centrodestra già allo scontro sull'approvazione del rendiconto di bilancio che l'Amministrazione Sbrocca non aveva approvato. L'assessore Mottola ha parlato di "bilancio non veritiero" scatenando la reazione dell'ex primo cittadino. "Sta dicendo che è falso, accusando il suo collega che faceva parte della vecchia Giunta"

Scontro in consiglio comunale ieri 22 luglio sull’approvazione del rendiconto di bilancio del 2018 che l’Amministrazione Sbrocca non aveva deliberato, lasciando quindi l’incombenza alla maggioranza di Roberti.

A scatenare la bagarre (prima ancora della lunga discussione sul referendum riguardo al progetto del tunnel) è stata una frase dell’assessore al Bilancio Giuseppe Mottola, il quale ha definito “parzialmente veritiero” il bilancio approntato dalla precedente Amministrazione, dal quale per altro viene fuori un disavanzo pari a 1,7 milioni di euro che potrebbe significare innalzamento delle tasse locali per i cittadini termolesi.

“Avvieremo un riaccertamento straordinario dei debiti residui, una sorta di accertamento verità, ma c’è sempre un disavanzo” ha affermato Mottola, per il quale “sotto l’aspetto politico la gestione della vecchia Amministrazione è stata fallimentare”.

Ha replicato Angelo Sbrocca, ex sindaco. “Gli atti sono stati approntati da persone che sono nella sua Giunta, come l’assessore al Bilancio di allora (Enzo Ferrazzano, ndr) quindi sta accusando un suo collega. Dire che un bilancio non è veritiero significa che è falso. Quindi lei si è autodenunciato e i consiglieri che lo votano si autodenunciano”. Da qui la decisione dei consiglieri del Pd di non partecipare al voto.

Consiglio comunale 22 luglio 2019

Diverse le interpretazioni di Marcella Stumpo della Sinistra e di Nick Di Michele del M5S. “”Bisogna rendere le voci del Bilancio più comprensibili, come associazione Audit civico avevamo già chiesto maggiore chiarezza” ha affermato Stumpo.

Per il pentastellato “l’Amministrazione parte col piede sbagliato. Mottola ammette il disavanzo e devo dare ragione a Sbrocca, perché l’assessore al Bilancio della scorsa Amministrazione è lì in Giunta” Da parte sua anche un affondo nei confronti del centrosinistra, col quale i rapporti restano parecchio tesi. “Sta di fatto che Di Brino aveva lasciato 8,5 milioni di attivi e ora siamo a meno 1,7 milioni”.

Gli ex sindaci Di Brino e Montano, entrambi di Fdi, hanno attaccato la precedente Amministrazione. “Politica fallimentare, c’è un disavanzo da affrontare con l’aiuto dei cittadini” la previsione dell’ex presidente del Consiglio comunale.

Consiglio comunale 22 luglio 2019

“La questione è molto politica, il rendiconto potevate e dovevate approvarlo voi” ha dichiarato il sindaco Francesco Roberti in risposta a Oscar Scurti (Pd) che aveva parlato di “affermazioni molto gravi dell’assessore, ma la politica non c’entra”.

Il rendiconto è stato poi approvato con i 15 voti favorevoli della maggioranza (assente Rinaldi), i 5 voti contrari di M5S e Sinistra e i 4 esponenti del centrosinistra che non hanno partecipato al voto.