Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Cane di razza con una catena al collo muore sulla tangenziale dopo impatto contro auto: caccia al padrone

La scoperta alle 11 e 30 di questa mattina, quando una donna si è fermata pensando di soccorrere l'animale - sicuramente abbandonato - e si è accorta che era troppo tardi. Il bellissimo pitbull ha trovato la morte a causa del'urto contro un'auto sulla tangenziale di RioVivo. Allertati i Vigili: si spera che abbia il microchip per risalire al proprietario.

Al collo una catena doppia, pesante, di ferro. Abbandonato vicino a un guard-rail sulla tangenziale, strada ad alto scorrimento dove ha trovato la morte. Solo, senza cibo né acqua. Non è chiaro se il cane fosse stato legato al guard-rail e poi sia riuscito a liberarsi, o se lo abbia liberato qualcuno. Quello che è certo è che nella tarda mattinata di oggi 16 luglio era morto, come riferito da un automobilista che ha lanciato la segnalazione. sangue e ferite sul muso: terribile l’impatto contro una delle tante autovetture che sfrecciano su quella strada.

Il cane è un bellissimo pitbull, di colore nero e con una macchiolina bianca sul muso e sul petto.

Gli occhi ancora aperti a scrutare l’orizzonte, nella speranza che qualcuno lo vedesse e lo salvasse da quel triste destino che, ora dopo ora, gli consumava le energie e lo avvicinava alla morte. La sua bocca aperta, come a cercare un po’ di acqua o a chiedere aiuto nel disperato tentativo di salvarsi lì, al km 453 della tangenziale di Rio Vivo a Termoli.

Una strada trafficatissima che collega il quartiere di Colle Macchiuzzo al centro commerciale ‘Il Punto’. Eppure pare che nessuno abbia visto nulla, quella macchiolina nera, distante, che solo avvicinandosi prendeva le sembianze di una cane, sembra essere divenuta invisibile. Il cucciolo è morto così, a causa di un urto violento contro un’auto di passaggio.

Lo hanno trovato questa mattina, martedì 16 luglio, quando era ormai troppo tardi. Una ragazza, a bordo della sua auto, ha notato l’animale a terra, tra l’asfalto e l’erba: si è fermata pensando di soccorrerlo ma era troppo tardi. Immediata la chiamata alla stazione della Polizia Locale di Termoli che dovrà verificare l’eventuale presenza del microchip, utile a risalire all’identità del padrone. Poi sul posto si sono recate altre persone, che hanno confermato che l’animale non era legato al guard-rail. Tuttavia non ci sono dubbi sul fatto che sia stato abbandonato. Da chi? Quando?

La speranza è che il cane fosse microchippato o che qualcuno abbia visto qualcosa e decida di farsi avanti, raccontando la vicenda. È utile ricordare che l’abbandono di animali domestici è punito, come riporta l’articolo 727 del codice penale, con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da mille a 10mila euro.