Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Aiuti alle imprese e bando lattiero-caseario, Fanelli: “Estendere i contributi anche ai produttori”

L’esponente ed ex segretario regionale del Pd commenta positivamente l’operato dei consiglieri di palazzo D’Aimmo che hanno impegnato il governatore Toma a rinviare l’apertura del termine iniziale per lo “sportello” dell’avviso pubblico inerente al rilancio produttivo dell'area di crisi complessa: “Una decisione capace di cogliere con coerenza l'indirizzo di sviluppo che vogliamo per le imprese del Molise: qualità e filiera”.

Lavorare per non escludere i produttori dall’accesso ai fondi previsti dal sostegno alle imprese lattiero-casearie. Obiettivo raggiunto per i consiglieri dem Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla, che insieme ad Andrea Di Lucente e sulla scia di quanto già richiesto dalle associazioni di categoria, sono riusciti a convincere il governatore Toma a rinviare al 16 settembre il termine iniziale d’apertura per lo ‘sportello’ dell’avviso pubblico ‘Aiuti alle PMI per il rilancio produttivo dell’area di crisi complessa’.

“Una decisione utile ad estendere i benefici previsti dal bando per il sostegno alle imprese lattiero casearie anche ai produttori/trasformatori molisani di latte, inizialmente esclusi dalla misura – spiega Micaela Fanelli – Nel mentre si deve arrivare ad allargare la platea. Proprio per questo, il rinvio è necessario per valutare la possibilità di modifica del comma 2 dell’articolo 2 sui soggetti beneficiari, affinché possano partecipare anche i produttori di latte molisano e non soltanto i trasformatori dello stesso”.

Così come attualmente concepito, infatti, il bando potrebbe di fatto negare la possibilità di ricevere gli aiuti previsti dal documento a tutte quelle aziende che si configurano sul territorio come produttori e trasformatori di latte: “La previsione iniziale del bando, infatti, dà luogo a eccessive restrizioni, in quanto esclude tout court, senza giusta motivazione, i produttori\trasformatori dello stesso comparto, non tenendo conto che in Molise, molte delle aziende operanti nel settore caseario sono anche produttori oltre che trasformatori – continua l’esponente del Partito Democratico – Un’ottima scelta, dunque, quella operata oggi pomeriggio dal Consiglio Regionale, dettata dalla ragionevolezza, utile a centrare l’obiettivo di un rilancio complessivo di questo importante settore produttivo, nell’ottica della filiera e della qualità. I giorni di rinvio siano ora utilizzati proficuamente”.

“Confido che ora si corregga il tiro – conclude la Fanelli – E confido che presto si discuterà anche dell’estensione territoriale, con nuovi fondi, degli aiuti. Affinché tutte le imprese del Molise ne possano fruire, con un notevole slancio allo sviluppo che fa bene al territorio”.