Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

A Petacciato apre Miciobau, la prima spiaggia libera del Molise per cani e gatti

Il Comune adriatico ha stabilito che un tratto di spiaggia a nord del torrente Tecchio sarà dedicato a chi vuole andare al mare col proprio cane o gatto. Previste delimitazioni e regole da rispettare

Una spiaggia libera dedicata a chi vuole andare al mare col proprio cane o gatto. Il Molise non ce l’aveva, ma ora sì. Merito del Comune di Petacciato che lo scorso 4 luglio ha approvato una delibera di Giunta con la quale dispone la regolamentazione e individuazione di un tratto di arenile che si chiamerà ‘Miciobau’ e sarà a uso esclusivo di chi vuole recarsi al mare con il proprio animale da compagnia.

Si tratta della seconda iniziativa di questo tipo in Molise, la prima in un tratto di spiaggia non attrezzato. Dall’anno scorso infatti a Campomarino esiste la Scooby Doo beach, in pratica uno stabilimento dove poter godere del mare col proprio cane.

Quella di Petacciato è un’idea diversa e ricalca quanto tentato senza successo a Rio vivo qualche anno fa. A partire da questo mese di luglio infatti, un tratto di arenile fronte mare di 100 metri a nord del torrente Tecchio, sarà dedicato per tutto l’anno agli animali d’affezione quali cani e gatti accompagnati dal proprietario e chiaramente nel rispetto delle norme di igiene e sicurezza.

L’area individuata si trova in un luogo circondato dalla pineta di Petacciato marina e ben distante dai lidi balneari, a circa 1200 metri dal parcheggio dalle parti del centro di educazione ambientale nel piazzale della Guardia Costiera. Tuttavia l’accesso sarà possibile grazie alla passerella pedonale raggiungibile sia da nord che da sud tramite il percorso natura ‘Life’.

Il Comune adriatico ha infatti previsto che l’accesso alla Miciobau sarà delimitato da un’apposita cartellonistica e che i proprietari degli animali dovranno rispettare determinate regole. Infatti l’accesso sarà consentito esclusivamente ai cani regolarmente iscritti all’anagrafe canina con microchip o tatuaggio di riconoscimento, e privi di pulci o zecche.

cani-spiaggia-153622

Gli animali potranno gironzolare liberi sulla sabbia o fare il bagno, ma soltanto nell’area delimitata. Tuttavia in caso diano fastidio agli altri bagnanti, i rispettivi proprietari saranno costretti a tenerli al guinzaglio o addirittura dotarli di museruola. Chiaramente sarà obbligatorio raccogliere e gettare negli appositi cestini di secco indifferenziato le deiezioni canine.

Come detto però, essendo una spiaggia libera, non sono previsti servizi, né tantomeno ombrelloni da affittare. Ogni bagnante accompagnato da cane o gatto dovrà provvedere da sé.

L’iniziativa rientra perfettamente in quanto disposto dall’ordinanza sulla sicurezza balneare della Regione Molise che vieta l’ingresso nelle comuni spiagge agli animali, ma al tempo stesso prevede che i Comuni possano regolamentare dei punti di accesso e fruizione dedicati.

Tuttavia è recente una sentenza del Tar che va in contrasto con questa disposizione. Per i giudici amministrativi del Lazio “vietare l’accesso dei cani sulla spiaggia è una scelta irragionevole e illogica, anche alla luce delle indicazioni regionali che attribuiscono ai Comuni il potere di individuare, in sede di predisposizione del Piano di utilizzo degli arenili, tratti di spiaggia da destinare all’accoglienza dei cani”.