Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Un guasto allo Zenit frena i viaggi per la Croazia: “Non ci arrendiamo, pochi mesi e torneremo”

Un problema emerso durante un giro di prova al largo delle coste molisane ha portato alla cancellazione della tratta fino all’altra sponda dell’Adriatico per la Gs Travel di Termoli che però rilancia: “Sistemeremo il catamarano nel giro di poco tempo”

Un guasto tecnico, come quelli che purtroppo possono capitare. Solo che è successo proprio nel momento peggiore, a pochi giorni dall’avvio della tratta Termoli-Ploce, così tanto attese sia dai molisani che dai turisti di fuori regione e addirittura di altri visitatori esteri. È questa la spiegazione del perché il catamarano Zenit non potrà viaggiare verso la Croazia durante questa stagione estiva.

“Ci abbiamo messo impegno, sacrificio e tanto lavoro, ma con il cuore infranto, a causa di un danno fortuito al Catamarano Zenit, i collegamenti in programma con la Croazia non si potranno garantire” spiegano dalla Gs Travel a poche ore dalla notizia data da primonumero.it della cancellazione dei viaggi Termoli-Croazia. Cancellazione che riguarda anche le centinaia di prenotazioni, circa 700 in tutto, che c’erano già state, oltre a eventi collaterali preparati e a questo punto annullati.

La società guidata dal termolese doc Domenico Guidotti commenta con amarezza quanto accaduto, sottolineando il grande impegno messo nell’impresa turistica. “Abbiamo girato fiere, ‘invaso’ tutta la costa adriatica e non solo con la nostra pubblicità, creato rete turistica commerciale con strutture vicine e cugine, abbiamo creduto fortemente in Termoli, la nostra città, per rilanciare il turismo, ma la sorte ci è stata avversa”.

Guidotti conferma inoltre che l’idea verrà riproposta quanto prima, anche se purtroppo per l’estate 2019 non c’è niente da fare. “Le istituzioni ci sono sempre state vicine, credendo in noi. Ma noi non ci fermiamo. Stiamo lavorando per sistemare il catamarano e tornare a vederlo planare sull’acqua. Non conosciamo perfettamente i tempi che si impiegheranno, si parla di circa 3 o 4 mesi di intense giornate lavorative. Ma il lavoro non ci ha mai spaventato e continueremo ad impegnarci perché crediamo davvero nelle potenzialità di Termoli e della sua rinascita turistica”.

Quindi per questa estate ci si dovrà accontentare dei viaggi verso le Isole Tremiti, con un altro mezzo. “Per ora, mentre lo Zenit viene riparato, ci dedicheremo alle Isole Tremiti con la stessa forza che ci contraddistingue. E l’anno prossimo torneremo più forti”.