Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tartaruga d’acqua dolce ritrovata sulla spiaggia di RioVivo: arrivava dal ruscello

Più informazioni su

Un bellissimo esemplare di tartaruga è stato ritrovato questa mattina in riva al mare, presso lo stabilimento balneare Cala dei Longobardi. Ma, a differenza di quanto accaduto molte altre volte, la tartaruga al momento del suo ritrovamento era fortunatamente viva e vegeta. E soprattutto non si trattava di una tartaruga marina. Sono stati gli stessi utenti di facebook, dove le immagini della testuggine hanno fatto l’abituale giro grazie al tam-tam delle pagine, a smentire che possa trattarsi di una tartaruga marina e a individuarne anche la specie esatta.

È una tartaruga di acqua dolce, che probabilmente arriva dal fiume Rio vivo, il torrente che sfocia a appunto sul litorale sud di Termoli. L’animale è stato però portato al largo, in perfetta buona fede, prima che venisse chiarito che potesse trattarsi di una tartaruga di acqua dolce. L’esperienza del nuoto in mare per una tartaruga di acqua dolce si potrebbe rivelare fatale nel giro di poche ore. Qualcuno ha anche avvertito la Guardia Costiera, sperando che non sia troppo tardi per salvare l’animale.

Intanto, qualche ora dopo il ritrovamento, ci ha scritto Agostino Montalti, presidente Tarta Club Italia, per informarci che “La tartaruga ritrovata in spiaggia,  dalla foto è una Trachemys scripta elegans ,  specie inserita in elenco specie invasive con la legge che ne vieta la detenzione, vendita, scambio e cessione. La detenzione è  consentita solo se denunciata entro il 31 agosto 2019 al Ministero dell’Ambiente. Essendo ormai vicino alla data ultima per la denuncia,  moltissimi le abbandonano commettendo un reato penale sazionabile con forte ammenda. È possibile consegnarle ai pochi centri di recupero autorizzati. Il nostro centro di recupero è specializzato nei ritiri di queste specie invasive, dannose per il fragile ecosistema”.

Più informazioni su