Sport è salute: in sala consiliare il convegno della Fondazione Giovanni Paolo II

Lo sport fa bene: sembra una frase fatta ma, nella realtà dei fatti, ciò che conta è la positività con cui incide sul benessere psicofisico di chi lo pratica. Perché muoversi, che sia una passeggiata, una corsa, un ballo, aiuta anche l’umore, facendoci sentire più sereni, meno arrabbiati ed in pace con noi stessi e con gli altri.

A questo si aggiunge anche l’importanza che l’attività fisica riveste nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Tuttavia, il Molise, ha ricevuto la maglia nera: come emerso dall’ultimo rapporto Osservasalute 2019, in regione si registra un triste primato, dal momento che si registra il maggior numero di malati di cuore, con una percentuale che sale fino a toccare il 5,6% della popolazione. Il dato emerge dallo studio promosso dall’Istituto di Sanità Pubblica e dall’Università Cattolica di Roma che mette in guardia la popolazione, spronandola a sostenere e rafforzare il benessere psico-fisico e la qualità della vita.

Di questo, e di molto altro, se ne discuterà in un convegno che si terrà nella sala consiliare del Comune di Termoli sabato 22 giugno a partire dalle 10.30: autorevoli esperti del settore si confronteranno sul tema ‘Sport è Salute: lo sport come strumento di prevenzione delle malattie’. L’evento è promosso dalla Fondazione Giovanni Paolo II e dalla Fondazione Policlinico Gemelli Ircss di Roma.

Interverranno, oltre a Mario Zappia, DG della Fondazione Giovanni Paolo II e a Vincenzo Santoriello, responsabile del Centro di Medicina dello Sport della FGPS e Medico nel settore giovanile della Federazione Italiana Giuoco Calcio, anche alcune figure cardine del panorama della Medicina Sportiva, Roberto Bernabei, professore ordinario di Geriatria, che terrà una lectio dal titolo “Attività fisica e sportiva: la pillola giusta per un corretto invecchiamento”; Paolo Zeppilli, professore ordinario di Scienze dell’Esercizio fisico e dello sport, che affronterà “L’importanza della visita medico sportiva nella prevenzione della morte improvvisa da sport”. Tra i relatori anche Antonio Matarrese, membro onorario della FIGC, UEFA e FIFA che illustrerà “Il contributo della Medicina dello Sport alla salute dell’atleta professionista”.  L’ex Presidente della FIGC sarà uno degli ospiti d’onore dell’importante evento scientifico. È prevista anche la partecipazione di Vincenzo Palmieri, Responsabile del Centro di Medicina dello Sport Gemelli di Roma, e di Ester Manes Gravina, responsabile del Centro per la cura dell’osteoporosi del Gemelli di Roma.