Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Roberto Gravina nuovo sindaco di Campobasso col 70% dei voti: il candidato del 5 Stelle doppia l’avversaria

Alle urne il 54,4% dei campobassani che scelgono Roberto Gravina alla guida dell'amministrazione di palazzo San Giorgio. Il neo primo cittadino del Movimento 5 Stelle surclassa l'avversaria Maria Domenica D'Alessandro conquistando quasi il 70% dei voti. Risultato subito netto: intorno a mezzanotte e mezza è festa in via Nobile (sede elettorale dei pentastellati) per il successo dell'avvocato 42enne.

Roberto Gravina sfiora il 70 per cento dei voti e vince al ballottaggio contro Maria Domenica D’Alessandro. Il candidato pentastellato, avvocato di 42 anni, è il nuovo sindaco di Campobasso, una delle città che – come capoluogo di Regione – è tenuta sotto “stretta osservazione” dai media nazionali. Gravina ha doppiato l’avversaria, la leghista sostenuta da una imponente coalizione di centrodestra.

Grande emozione nella sua sede, dove si sono radunate decine e decine di persone. 

 


 

La tendenza si è iniziata a delineare sin dall’inizio dello spoglio, cominciato poco dopo le 23. E le ipotesi sulla sconfitta del centrodestra sono cominciate a circolare quando la Prefettura ha ufficializzato il dato con l’affluenza complessiva: intorno al 54,4% degli aventi diritto (circa 23.700 campobassani). “Se si supera il 53%, vince Roberto Gravina”, la profezia di un politico del centrodestra.

Eppure Maria Domenica d’Alessandro partiva da un ‘tesoretto’: il 39,7% delle preferenze conquistare al primo turno. Inoltre aveva a disposizione una corazzata che probabilmente non l’ha sostenuta fino alla fine dei giochi. Infatti Gravina, che il 26 maggio aveva ottenuto il 29,41% dei voti, è riuscito a superarla e a batterla. Il divario è iniziato a diventare sempre più netto: alla fine dello spoglio l’esponente pentastellato ha battuto l’avversaria con il 69% delle preferenze (16139 voti), la candidata leghista si è fermata al 30,9% (7.228 voti). 

Almeno nel capoluogo, dunque, il partito di Luigi Di Maio è riuscito a prendersi la rivincita su Matteo Salvini e sul Carroccio, primo partito del Paese dopo le Europee. Per questo anche l’Italia seguiva con particolare attenzione il duello per la conquista di palazzo San Giorgio.

Non solo Roma e Torino, M5S mette la ‘bandiera’ anche sul Municipio del capoluogo molisano.