Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Musica, sport e laboratori: al via la tre giorni di sensibilizzazione sui diritti delle persone down

La manifestazione organizzata dall'Associazione italiana persone down prenderà il via domani (14 giugno) nel capoluogo molisano. In città l’ex procuratore capo di Genova Michele Di Lecce, attuale responsabile dell’Anticorruzione relativamente ai lavori di ricostruzione del Ponte Morandi, originario proprio del capoluogo molisano. L’ex magistrato verrà insignito di un riconoscimento poiché ‘primo benefattore dell’Aipd’ e con lui verrà premiato anche Fabrizio Di Niro, un 40enne campobassano con sindrome di down.

In occasione dei 40 anni dalla propria fondazione, l’Associazione Italiana Persone Down sta promuovendo in tutta Italia il Downtour e domani, venerdì 14 giugno 2019, alle ore 17, il camper dei volontari farà tappa a Campobasso, in piazza Municipio.

Per l’occasione arriverà in città l’ex procuratore capo di Genova Michele Di Lecce, attuale responsabile dell’Anticorruzione relativamente ai lavori di ricostruzione del Ponte Morandi, originario proprio del capoluogo molisano. L’ex magistrato verrà insignito di un riconoscimento poiché ‘primo benefattore dell’Aipd’ e con lui verrà premiato anche Fabrizio Di Niro, un 40enne campobassano con sindrome di down.

Il camper rimarrà in piazza Municipio fino a domenica 16 giugno alle ore 19 e questa iniziativa si inserisce nell’ambito della tre giorni organizzata dall’AIPD con l’obiettivo di aprire una riflessione sui diritti delle persone down e sui risultati ottenuti negli anni, anche grazie a progetti e attività messi in campo dall’associazione.

IL PROGRAMMA. Il mezzo in arrivo da Barletta sarà accolto dal gruppo Starlets dell’associazione ‘Ballando sotto le stelle’, dopodiché si passerà ai saluti istituzionali e alle premiazioni. Dalle 19 spazio alla musica con il live della band Luppoli.

Giornata piena quella di sabato 15 giugno: alle 10 ‘Ritratt-street’ con Graziano Farinaccio e l’esibizione cinofila de ‘Il feudo degli animali’. Si continuerà nel pomeriggio quando alle 16 ci sarà la sfilata dei ‘Motociclisti da tavola’ insieme alla ‘Polstrada in moto’; alle 17 le attività laboratoriali di arteterapia di Fabiana Antonecchia; alle 18,30 l’angolo dedicato allo sport: partita di calcio a 5 in piazza con ‘vecchie e nuove glorie rossoblu’, da una parte i calciatori che in passato hanno vestito la maglia del Campobasso e dall’altra la squadra del Cln Cus Molise che ha guadagnato recentemente l’accesso alla serie A2; alle 19,30 i ‘momenti magici’ di Paolo Santoro.

Gran finale domenica 16 giugno: alle 11 le danze tradizionali ed etniche con le associazioni ‘Pro Crociati e Trinitari’ e ‘Molise radici’; alle 12 l’esibizione di arti marziali curata da Biagio Fanelli; alle 17 il laboratorio di musicoterapia di Elisa Vesce; alle 19 musica e aperi-pizza con Roberto Miele e i fratelli Ranallo del bar Centrale.

L’INIZIATIVA DOWNTOUR. Partito da Roma il 21 marzo (in occasione della giornata mondiale delle persone con sindrome di down), il Downtour vede in qualità di testimonial gli attori Neri Marcoré e Lino Guanciale. Il ‘giro’ sta attraversando l’Italia con un alternarsi di equipaggi sempre diversi e si concluderà il 13 ottobre (giornata nazionale delle persone con sindrome di down), sempre nella Capitale. Sono 37 tappe che toccheranno altrettante città dove è presente l’AIPD, per far conoscere a tutti i successi e le storie delle persone con sindrome di down.

«Percorrendo chilometri e chilometri di strada, l’AIPD sta continuando il viaggio iniziato 40 anni fa, invitando a ‘salire a bordo’ tutti coloro che vorranno unirsi in questa lunga lotta contro il pregiudizio – le parole di Giovanna Grignoli, presidentessa dell’AIPD di Campobasso -. Il vero modo di conoscersi è guardarsi negli occhi, ci auguriamo pertanto che molti sguardi si incrocino intorno al nostro camper, perché solo insieme possiamo costruire una società più attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno: è questa la vera ‘meta’ del Downtour. Tutti hanno offerto la loro arte, la loro disponibilità e il loro talento in maniera gratuita, per cui ringrazio ogni persona che ha accolto il nostro invito a partecipare e a rendersi protagonista della manifestazione