Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Luca c’è: oltre mille spettatori al secondo festival dedicato al montenerese deceduto 2 anni fa

“Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta”: la frase è il perfetto esempio di ciò che accade a Montenero di Bisaccia dove, da ormai due anni, si celebra il festival DL Acoustic dal titolo ‘Luca c’è’. L’evento è dedicato alla memoria di Luca D’Aulerio, il ragazzo che il 30 giugno 2017, ha perso la vita in un incidente stradale.

E se Luca è sfortunatamente defunto, il suo ricordo ed il lascito sono più vivi che mai tra i familiari e gli amici che, annualmente, si riuniscono tramite l’associazione ed il festival omonimo ‘Luca c’è’ che, quest’anno, è stato inserito nel manifesto relativo alle festività dei Santi Pietro e Paolo.

Una serata di musica a cui, venerdì 28 giugno, hanno preso parte oltre mille spettatori che hanno affollato la piazza ascoltando brani e degustando i prodotti degli immancabili stand gastronomici. Un evento che ha riunito tutti, chi conosceva ed amava Luca ed anche chi, per un motivo o per un altro, sapeva solo chi era: “Una persona eccezionale, solare e sempre aperto al dialogo con tutta la gente del paese – lo descrivono così i suoi amici – Era difficile trovare una sua foto in cui non fosse sorridente. La sua vitalità era rara”.

Oltre ad essere una ‘persona alla mano’ come si suol dire, “Luca amava la musica, era proprietario della ditta di Service “DL Acoustic. Il modo migliore per celebrare il suo ricordo non poteva che essere una serata musicale. Si sono esibiti la band Vastese La differenza e i Vintage specializzata nelle cover di pezzi italiani. Ad arricchire lo scenario i DJ locali Luigi Pelusi e Daniel di Pietro”.

Come per la prima edizione, quella del 2018, anche questa volta la musica è riuscita ad unire tutti e a concedere momenti di convivialità nel ricordo di Luca. Il suo ricordo è nei cuori di tutti quelli che lo hanno conosciuto e resterà per sempre immortale. “I membri dell’Associazione ‘Luca c’è’ ringraziano tutti coloro che hanno partecipato e contribuito alla riuscita del progetto il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza”, concludono gli amici.