Liberi di partire e di restare, riflessione sull’accoglienza con monsignor Nunzio Galantino

Ancora un incontro di riflessione sui migranti nell’ambito delle iniziative relative alla Giornata mondiale del Rifugiato, iniziate il 20 giugno e che si concluderanno sabato 29. Domani, 28 giugno, ci sarà anche monsignor Nunzio Galantino, Presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica e già Segretario della Conferenza Episcopale Italiana

Nel corso dell’incontro di domani alle 18.30 nella sala al piano terra dell’ex seminario in piazza Sant’Antonio a Termoli, verrà presentata la “Campagna Liberi di partire, liberi di restare, un segno della Chiesa italiana”, perché cresca la consapevolezza delle storie dei migranti, si sperimenti un percorso di accoglienza, tutela, promozione e integrazione dei migranti che arrivano tra noi, non si dimentichi il diritto di ogni persona a vivere nella propria terra.

“È una campagna di denuncia dei morti, di violenze, della tratta di persone indifese che una storia nuova di accompagnamento dei migranti può scongiurare. È una campagna che vuole promuovere uno sviluppo umano integrale, per ‘tutti gli uomini e tutto l’uomo’, a livello familiare e comunitario, che intende considerare la ricchezza e le potenzialità dello scambio interculturale, in relazione alle dinamiche demografiche, sociali, economiche in atto, anche nel nostro Paese. È una campagna che costituisce un ‘segno dei tempi’, un luogo di testimonianza di libertà, solidarietà, giustizia, democrazia. Di pace. Insieme”, spiegano dalla Diocesi.

All’incontro parteciperanno monsignor Gianfranco De Luca, Vescovo della Diocesi di Termoli – Larino, che parlerà de ‘L’impegno della Chiesa locale in favore dei migranti dentro e oltre il sistema sprar/ siproimi’. Ci sarà poi Gianni Pinto, della Caritas Diocesana di Termoli – Larino, che presenterà la Campagna ‘Liberi di partire, liberi di restare: il progetto in favore dei migranti esclusi dall’accoglienza nel Comune di Termoli’ e, come detto, interverrà monsignor Nunzio Galantino, presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, con una relazione dal titolo ‘Tra la gente, con la gioia del Vangelo: la Chiesa in uscita di Papa Francesco’. A moderare l’incontro il  giornalista Fabrizio Occhionero.

 

Non si tratta solo di migranti” è il tema delle iniziative inserite nella Giornata mondiale del Rifugiato 2019 coordinate dall’Istituto “Gesù e Maria”, ente gestore insieme al Consorzio Aid del progetto Sprar-Siproimi “Rifugio Sicuro” attivato dal Comune di Termoli in partenariato con i Comuni di Ururi e Larino. Agli eventi collaborano numerose associazioni.