Quantcast

L’associazione Talenti e Artisti molisani dona strumenti musicali alla D’Ovidio

“La cultura al servizio dell’istruzione”. Con questo slogan l’Associazione Talenti e artisti Molisani consegnerà nella giornata domani, 6 Giugno, gli strumenti musicali all’Istituto D’Ovidio di Campobasso, acquistati grazie all’incasso dello spettacolo dello scorso 15 Maggio, dal titolo “Pinocchio”, scritto e diretto dalla professoressa Paola Mariano, con la collaborazione di altri insegnati della scuola che hanno fornito un prezioso contributo, per il raggiungimento dell’obiettivo prefissato.

Non e’ la prima volta che l’Associazione, presieduta da Michele Falcione, dona all’Istituto attrezzature utili all’attività scolastica o alla sicurezza della scuola; qualche anno, infatti, grazie all’incasso di un altro spettacolo di artisti molisani, fu donato un defibrillatore semiautomatico che e’ a disposizione, all’interno della scuola, per eventuali emergenze sanitarie.

La cerimonia di consegna avrà luogo alle 12, presso l’edificio della scuola in Piazza della Repubblica, alla presenza del dirigente scolastico e dei vertici dell’Associazione Talenti e Artisti Molisani, che ancora una volta, con grande entusiasmo, hanno portato a compimento questo ulteriore prestigioso progetto, avvicinando il mondo della cultura a quello dell’istruzione.

Gli strumenti che verranno donati, andranno a potenziare quelli in uso all’orchestra della scuola che molte volte si esibisce anche in occasioni particolari fuori dal contesto prettamente scolastico, dimostrando che la musica non ha confini e che la cultura e il mondo scolastico, possono essere un perfetto  mix per la crescita dei giovani.

Sono molto contento – afferma il Presidente Michele Falcione – perché siamo riusciti, grazie all’estro della professoressa Mariano e delle sue collaboratrici, a coinvolgere un folto numero di studenti che si sono cimentati, la sera del 15 Maggio in una cornice di pubblico eccezionale, in uno spettacolo molto particolare che oltre ad essere risultato piacevole, ha mostrato la bravura e l’interesse dei ragazzi verso il mondo della recitazione e della musica; un plauso anche all’orchestra della scuola che ha coadiuvato con le musiche la realizzazione delle scene; i nostri giovani talenti non hanno nulla da invidiare a coloro che vivono in altre realtà perché come spesso la musica insegna, il talento non ha ambienti e zone definite e non ha confini, quindi ognuno può dimostrare a se stesso di raggiungere un traguardo che solo apparentemente sembra irraggiungibile. Siamo molto vicini a questo Istituto scolastico perché crediamo che gli studenti che quotidianamente svolgono le lezioni in questo plesso debbano essere in condizione di poter affrontare non solo i momenti artistici con la massima preparazione, ma che possano essere in grado di affrontare il percorso della vita con entusiasmo e curiosità lontano dai tanti e tristi problemi che purtroppo oggi il mondo propone”.