Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Identità e tradizione: tutto pronto per i Misteri 2019. La 23enne Daniela Ruzzi nuova ‘donzella’: “Sogno che si realizza”

Illustrate questa mattina a Campobasso le principali novità dell’attesissima manifestazione, fiore all’occhiello delle celebrazioni per il Corpus Domini. Riflettori puntati sulla 23enne, campobassana doc, che dovrà resistere alle tentazioni del “diavolo”: “Un desiderio che avevo si da bambina - commenta commossa il nuovo volto dell’evento - e voglio dedicarlo a una persona speciale, che non c’è più”. Alla presentazione anche il sindaco Roberto Gravina: “I Mister manifestazione radicata nel cuore di tutti noi campobassani”.

Il conto alla rovescia è cominciato: all’edizione 2019 dei Misteri mancano ormai una manciata di giorni; otto per l’esattezza. Un’attesa che non basta a frenare emozioni e a celare le aspettative legate a uno dei momenti più suggestivi della storia e della tradizione campobassane. Perché su quegli ingegni – illuminata opera di Paolo Saverio Di Zinno – prima ancora che bimbi, donzelle e angioletti, a sfilare è la fulgida testimonianza della nostra identità. Una sorta di comune denominatore, un diamante scolpito nell’immaginario collettivo dei figli di questa città, un battito arcaico che tutti noi sentiamo vibrare nel petto all’unisono e che ci fa riscoprire ogni volta un po’ più vicini, come fratelli.

Perché la festa del Corpus Domini è un po’ lo scrigno delle nostre radici, una culla di devozione e mistica popolare, un battesimo che di anno in anno rinnova la propria promessa, meravigliosamente, celebrando sorrisi, sensazioni e ricordi in un’atmosfera sublime. Una fiaba capace di vincere la sfida del tempo, di accarezzare ancora sogni, speranze. E novità.

Misteri 2019

Come quelle illustrate questa mattina, nella conferenza stampa di presentazione al Museo Dei Misteri, da Liberato Teberino: “Ci sarà un grosso rinnovamento dei protagonisti: dei 57 bambini partecipanti, ad esempio, ben 29 saliranno sugli ingegni per la prima volta – ha commentato l’ingegnere – Dopo 20 anni ci troviamo dinanzi a un evento cresciuto enormemente in termini generali, sotto tutti i punti di vista. Un evento che abbiamo voluto ricordare anche per questa edizione con la pubblicazione ‘La domenica dei Misteri’, distribuita gratuitamente”.

Ma le attenzioni, naturalmente, non potevano che essere catalizzate dal nuovo volto della manifestazione: a vestire i panni della “donzella”, questa volta, sarà infatti Daniela Ruzzi.

Ventitré anni, campobassana doc, studentessa in procinto di aprire la sua attività commerciale nel capoluogo, racconta alle tappe di avvicinamento a quello che rappresenta per lei il coronamento di un sogno: “Sono davvero tanto felice per aver esaudito un desiderio che ho sin da quando ero bambina, quando scendevo in strada ad ammirare i Misteri, un vero e proprio appuntamento fisso per me, da sempre. Ed è proprio per questo che ringrazio chi ha voluto concedermi questa opportunità. Si tratta per me di un sogno che viene dal cuore e che dedico a una persona molto importante, che non c’è più. È un’emozione grandissima”.

Gravina e donzella Daniela Ruzzi

All’appuntamento ha partecipato anche il neo-sindaco di Campobasso, Roberto Gravina: “Ringraziamo tutti coloro che anche quest’anno renderanno possibile lo svolgimento della manifestazione, che è radicata nel cuore di tutti noi campobassani. Per quest’anno l’organizzazione del calendario degli eventi era già approntato e definito dall’amministrazione uscente, noi abbiamo però cercato sin da subito di dare una spinta comunicativa immediata alla manifestazione, facendo inserire sulla home page del sito del comune di Campobasso un banner che rimanda a una pagina dedicata espressamente al Corpus Domini, con il calendario completo degli eventi, il percorso della sfilata e i link diretti al sito del Museo dei Misteri e a quello 300 Di Zinno”.