Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Gravina al lavoro per la nuova giunta comunale: “La presenterò a breve, sarà a 5”

Cresce l'attesa per la nuova squadra di governo che sarà designata dal primo cittadino del Movimento 5 Stelle. Oltre ad un tecnico per il bilancio ("sarà una donna"), probabile anche la nomina di un esterno all'Urbanistica

Almeno per ora sulla nuova squadra di governo trapelano pochissime informazioni: “Sarà composta da cinque assessori”. Probabilmente cinque come le macro aree individuate dal primo cittadino di Campobasso Roberto Gravina: Lavori pubblici, Urbanistica, Bilancio, Ambiente e sociale.

Per ora si sa che il bilancio sarà una delega di competenza di un tecnico: “E’ una donna, ho già il nome”. Sono le dichiarazioni che il nuovo sindaco ha rilasciato ai giornalisti a margine della conferenza stampa di presentazione delle novità sull’edizione 2019 della sfilata dei Misteri. Gravina potrebbe nominare anche un secondo esterno per assegnargli una delega ostica come l’Urbanistica (pare che ci sia anche l’idea di affidarla a Luca Praitano).

Tutto comunque sarà più chiaro tra poco. Intanto,a palazzo San Giorgio il primo cittadino prosegue i suoi incontri con i vari dirigenti dell’amministrazione comunale e, contemporaneamente, segue le diverse riunioni organizzative indette dagli organi preposti per la definizione della macchina operativa del Corpus Domini.

Questa prima fase di lavoro è volta a garantire il passaggio alla nuova Giunta comunale che mi accingo a nominare in questi giorni”, le due parole. “Al fine di evitare il blocco dell’intera macchina amministrativa, e dei pagamenti in particolare, come primo atto, nei giorni scorsi ho anche adottato il decreto numero 20 di affidamento temporaneo degli incarichi dirigenziali ad interim già di competenza del dottor Antonio Iacobucci”. Quest’ultimo, designato dall’ex sindaco Pd Antonio Battista, è decaduto nel momento in cui si è insediato proprio Gravina.

La riorganizzazione della macchina amministrativa, infine, passerà anche attraverso la conoscenza diretta del personale: accompagnato dal rispettivo assessore di riferimento, il primo cittadino “visiterà tutti gli uffici comunali al fine di ascoltare da ciascun dipendente suggerimenti o considerazioni per rendere, il più proficuo possibile, il percorso amministrativo che ci si accinge a percorrere tutti insieme”.