Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Esce dal carcere dopo il furto di uno scooter e ruba subito due auto: 21enne ancora in manette

Il giovane era stato scarcerato dopo 4 giorni di detenzione ma è finito in manette nel giro di un pomeriggio dopo un inseguimento da Termoli direzione Puglia

È stato nuovamente arrestato il 21enne bulgaro che era finito in carcere domenica 2 giugno dopo aver rubato uno scooter parcheggiato in centro, a Termoli, dalla legittima proprietaria. Il giovane ha infatti rubato ben due auto solo qualche minuto dopo la scarcerazione.

A riferirlo sono i Carabinieri di Termoli, autori sia del primo che del secondo arresto. Dopo qualche giorno di detenzione nel penitenziario di Larino infatti, giovedì pomeriggio 6 giugno il giovane è stato scarcerato. Erano da poco passate le 14.40 quando il 21enne ha messo piede fuori dal carcere di monte Arcano.

Dovendo fare rientro nella vicina Puglia, invece di prendere un autobus, il giovane ha deciso di rubare l’auto di una giovane donna residente a Larino e mettersi in strada per raggiungere la sua dimora.

Giunto a Termoli, il giovane si è accorto che la spia della benzina segnava rosso da ormai alcuni chilometri, così ha deciso di parcheggiare il veicolo davanti a un’officina e visto il parco auto a disposizione, ha rubato la più comoda, una piccolissima utilitaria di proprietà del titolare dell’attività commerciale, che però si è accorto immediatamente di quel giovane che non era un cliente e che era salito a bordo del suo mezzo.

Anche in questo caso, la tempestiva richiesta di aiuto ai Carabinieri è stata fondamentale, poiché una gazzella della Sezione Radiomobile, ricevuta la nota di ricerca, si è diretta a forte velocità in direzione della Puglia e in territorio di Campomarino ha intercettato l’auto in fuga.

Però il bulgaro, alla vista dei lampeggianti del 112, ha accelerato visibilmente l’andatura iniziando una guida spregiudicata fatta di sorpassi azzardati, circolazione contromano e un tamponamento a un veicolo condotto da una donna con a bordo l’anziana madre.

Non senza difficoltà l’equipaggio dell’Arma è riuscito a sorpassare il fuggitivo e a bloccarlo dopo circa dieci chilometri di inseguimento. Una volta fermato, il ragazzo ha tentato un accenno di fuga a piedi, ma è stato prontamente fermato e condotto nella caserma di Via Brasile.

Dopo le formalità di rito, è stato trasferito nuovamente alla Casa Circondariale di Larino dalla quale era uscito qualche ora prima con l’obbligo di dimora nel suo Comune. Adesso è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria cui risponderà nuovamente di rapina impropria con una recidiva infrasettimanale.

Entrambi i veicoli, recuperati, sono stati restituiti ai legittimi proprietari, increduli, che hanno ringraziato la prontezza e l’efficacia dei Carabinieri.

Per le donne che sono rimaste vittime dell’incidente stradale, per fortuna solo un grosso spavento e nessuna lesione, ma la condotta di guida del giovane, peraltro senza patente poiché mai conseguita, poteva causare conseguenze più gravi agli altri automobilisti su una strada a quell’ora del pomeriggio molto trafficata per i rientri dal lavoro.

Fondamentale, ancora una volta, la segnalazione che il cittadino vittima del secondo furto ha effettuato al 112 e che i Carabinieri della Compagnia di Termoli si auspicano essere sempre più numerose.