Dalla sfilata dei Misteri ai concerti: il Corpus domini costa 279mila euro. Ecco il programma completo

Alla vigilia del ballottaggio la giunta comunale guidata da Antonio Battista ha approvato la delibera che definisce gli eventi organizzati in occasione della festa più importante della città capoluogo: quattro giorni di eventi musicali e teatrali, mostre, la manifestazione 'La Città dei Misteri: tra borghi e tradizioni", oltre alle immancabili bancarelle. Due serate dedicate ai concerti delle Vibrazioni e di Luca Carboni.

La delibera è stata approvata oggi, 8 giugno, nell’ultima riunione della giunta comunale targata Antonio Battista. Domani il ballottaggio decreterà il sindaco e il Consiglio comunale che amministreranno Campobasso nei prossimi cinque anni.

Intanto, a quindici giorni dall’evento più importante del capoluogo, il governo di palazzo San Giorgio ha messo nero su bianco la quattro giorni di eventi che caratterizzano l’edizione 2019 del Corpus Domini. Parliamo dell’unica festa in grado di fare il boom di presenze e riempire hotel e b&b della città. Migliaia di presenze sono attese anche quest’anno e per non deludere le aspettative il governo comunale ha deciso di tirare fuori parecchi quattrini dalle casse del Municipio.

279mila euro la spesa stanziata solo per gli eventi, di cui 109mila euro prelevati dal fondo di riserva, un capitolo del bilancio che dovrebbe essere utilizzato solo in casi di emergenza. Una somma inferiore rispetto a quella utilizzata per l’edizione 2018, quando i costi lievitarono a 300mila euro.

Nel dettaglio, il clou è rappresentato dalla sfilata degli Ingegni di Paolo Saverio di Zinno (80mila euro). Invece poco meno di 80mila euro si spendono per i due concerti di sabato 22 giugno e domenica 23: 38.500 euro il cachet delle Vibrazioni, stessa cifra per Luca Carboni. Entrambi si esibiranno in piazza della Repubblica, come avviene negli ultimi anni per motivi di sicurezza.

Alcune conferme: ad esempio, la manifestazione che punta alla promozione turistica del nostro territorio, ossia ‘La città dei Misteri: tra borghi e tradizioni”, format ideato dall’ex assessore Salvatore Colagiovanni. Lungo corso Vittorio Emanuele saranno installate venti casette di legno che ospiteranno i Comuni che hanno aderito all’iniziativa. Tre stand saranno destinati rispettivamente alla Regione Molise, alla Provincia di Campobasso e al Comune di Campobasso. La spesa per la fornitura delle casette è di circa 18000 euro che saranno corrisposti alla ditta Prefabbricati Iacobucci.

Confermato pure il contest ‘Gianluca Fuso’ dedicato alle band giovanili: si svolgerà venerdì 21 giugno. I costi: 40000 euro destinati per attrezzature e personale tecnico che saranno forniti dalla ditta GSM.

Nel cartellone è inserito anche lo spettacolo ‘Volta celeste’ con acrobati aerei, trampolieri e fuochi d’artificio (il 20 giugno). Nello stesso giorno, piazzetta Palombo ospiterà lo spettacolo teatrale e musicale ‘Il viaggio di 900’. Inoltre saranno realizzati annulli filatelici speciali e la cartolina dedicata al mistero dell’Immacolata Concezione. 

E poi: il concorso fotografico ‘I misteri’, la 26esima edizione del torneo nazionale del Corpus Domini intitolato alla memoria di Antonio Rauso e Antonello Toti, concerti a cura del Conservatorio di musica ‘Lorenzo Perosi’. Inoltre, sarà presentato inoltre il libro della professoressa Valeria Profeta ‘Ingegno e pensieri. I misteri di inverno’.

Nel programma degli eventi sono stati inseriti anche lo spettacolo ‘Fonso più Delicata’ (il 15 giugno, in piazzetta Palombo), il raduno Nazionale Club 55 di Campobasso, la marcia dei Misteri, mentre villa de Capoa ospiterà la ‘Notte bianca dello yoga’ (21 giugno dalle 19:30 alle 21).

E ancora: ci saranno stand dedicati agli artigiani e ai produttori locali, un’area sarà allestita e dedicata alla preparazione di alcuni piatti tipici molisani, spazi dedicati al collezionismo, il teatro dei burattini dei fratelli Ferraiolo.

Nella delibera sono previste anche le spese per le misure di sicurezza: 9mila euro per barriere in cemento, transenne, volontari e l’ambulanza. Inoltre saranno installati 18 bagni chimici (9000 euro).

L’amministrazione comunale, insomma, ha voluto realizzare “una serie di iniziative finalizzate non solo ad offrire al turista un’esperienza coinvolgente e un percorso di scoperta della nostra identità territoriale, ma anche agli stessi abitanti piacevole occasioni di aggregazione e socializzazione, anche in collaborazione con i principali enti e associazioni presenti sul territorio”.