Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Comuni ricicloni e rifiuti free 2019: Ecoforum di Legambiente premia 9 paesi virtuosi del Molise

Sono nove i comuni del Molise premiati oggi a Roma durante la VI edizione dell’Ecoforum nazionale di Legambiente dal titolo ‘Rifiuti zero, impianti mille’: Ferrazzano, Colletorto, Cercemaggiore, San Giuliano del Sannio, Matrice, Cercepiccola, Trivento, Acquaviva Collecroce, Capracotta.

Sono loro che, nel 2018, si sono distinti, più degli altri, per le ottime performance raggiunte nel sistema di raccolta differenziata, con una percentuale dei rifiuti finiti in discarica che si è attestata al di sotto dei 75 kg per abitante all’anno. La premiazione ha permesso non solo di conferire il merito ai vari comuni, ma di confrontarsi, a livello nazionale, sullo sviluppo dell’economia circolare e sulle buone pratiche a tutela dell’ambiente.

“Siamo molto contenti di aver contribuito al raggiungimento dei risultati nei comuni di Colletorto, Trivento e Acquaviva Collecroce – scrive la società molisana Ewap – I complimenti vanno ai cittadini e agli operatori addetti alla raccolta, alle amministrazioni comunali e ai gestori del servizio, per l’ottimo ed efficace lavoro di squadra che ha permesso di raggiungere questi importanti risultati”.

L’esempio virtuoso dei 9 comuni molisani è una scintilla di speranza affinché anche le altre realtà possano raggiungere questi standard: “Stiamo lavorando al fine di far raggiungere questi obiettivi anche ad altri comuni della nostra regione – aggiunge Ewap – Ci auguriamo che nel prossimo futuro possano far parte della classifica numerosi altri comuni del Molise”.

La società cooperativa Ewap è radicata in Molise da ormai quindici anni ed ha alle spalle una lunga esperienza a livello nazionale: “Crediamo fortemente che anche la nostra regione possa raggiungere obiettivi di riciclaggio e recupero che solo pochi anni fa sembravano un miraggio – ha commentato l’Amministratore Enzo Vergalito – Lavoriamo ogni giorno in diversi comuni affinché aumenti ogni anno il numero di quelli che possano fregiarsi di questo riconoscimento”.