Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Biblioteca Albino, Bonisoli promette: “Entro un anno sarà riconsegnata alla città”

A margine dell’incontro di questa mattina a palazzo Cannavina - nel corso del quale gli esponenti del Movimento cinque stelle hanno lanciato l’ultimo appello al voto in favore del candidato sindaco Roberto Gravina - il ministro dei beni e delle attività culturali ha chiarito la vicenda dell’importante centro bibliografico, emblema cittadino di storia e cultura, chiuso ormai da tre anni

La saga – sofferta, tormentata e dibattuta – della Biblioteca “P. Albino” di Campobasso è pronta ad arricchirsi di un nuovo capitolo. Stavolta, però, illuminato da un sottile raggio di speranza.

Perché il destino dell’importante centro bibliografico e di ricerca, patrimonio culturale di questa città e della sua storia, potrebbe essere giunto al punto di svolta; all’attesissimo punto di svolta.

Questo, almeno, è ciò ch’è trapelato questa mattina dalle parole del ministro Alberto Bonisoli, giunto nel capoluogo per chiudere la campagna elettorale del candidato sindaco del MoVimento5Stelle Roberto Gravina: “La struttura non era in linea con le normative antincendio e la sicurezza è un aspetto fondamentale per me” – ha detto l’esponente del governo gialloverde, che poi si è addirittura sbilanciato sul termine dei lavori: “Un anno per finirli” – ha chiarito il responsabile dei beni e delle attività culturali”.

“Abbiamo ’ereditato’ la biblioteca da diversi passaggi di amministrazione – ha spiegato Bonisoli – e non era in regola sulla normativa antincendio. Ora, in genere, se un privato non è a posto in questo senso lo fanno chiudere; quando a non essere a posto è lo Stato, invece, molto spesso ci si autoperdona. E questo non va bene. Ecco perché ho fatto fare una mappatura dei luoghi che sono sotto la responsabilità diretta del Ministero dei beni culturali – ha detto il ministro – e il risultato è stato questo: abbiamo riscontrato 300 plessi non in regola,  su tutto il territorio nazionale, relativamente alla normativa antincendio. E tra questi c’era anche quello della Biblioteca Albino. Abbiamo trovato 109 milioni, che stiamo spendendo per la messa a norma: lo Stato non può autoassolversi quando si parla di sicurezza, non dobbiamo avere mezze misure, ma l “tolleranza zero”. Stiamo parlando di un principio fondamentale ed è per questo che sulla biblioteca Albino investiremo circa mezzo milione di euro per realizzare impianto elettrico, uscite di sicurezza e, naturalmente, impianto antincendio”.

I tempi di consegna? “Entro un anno i lavori saranno terminati” – ha assicurato Bonisoli.