Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Agli internazionali di nuoto Sette Colli brilla la stella molisana di Martina Lonati

Esserci è stato già un grande successo ma Martina Lonati ha fatto qualcosa di più perché lei quando scende in vasca non lo fa solo per partecipare. Gli internazionali di nuoto 56^ Sette Colli parlano molisano grazie alla ragazza dell’H2O Sport che nello stadio del Nuoto al Foro Italico ha stabilito il suo personale negli 800 stile con 9’12”93, crono che le è valso il sedicesimo posto e nei 400 stile ha stampato un interessante 4’30”77 che le ha permesso di portare a casa il venticinquesimo posto finale.

Al di là dei piazzamenti ottenuti e dei riscontri cronometrici fatti registrare, la cosa importante è aver preso parte, a testa altissima, ad una manifestazione di livello assoluto, la più importante tra quelle in vasca,  non solo a livello italiano. Per avere conferma di questo basta citare Federica Pellegrini, Gregorio Paltrinieri, Gabriele Detti e Simona Quadarella oltre agli ori olimpici Katinka Hosszu, Florent Manaudou, Adam Peaty, Chad Le Clos , Femke Heemskerk e Pernille Blume, e rendersi conto della portata del Sette Colli.

Per Martina Lonati, per l’H2O Sport e più in generale per il Molise del Nuoto è stato un momento importante, di grande commozione oltre che di orgoglio. L’atleta del tecnico Giorgio Petrella ha mostrato cuore, muscoli e testa, consapevole delle difficoltà ma anche delle proprie enormi potenzialità, rese se possibile ancora più importanti dal lavoro svolto sotto lo sguardo attento dell’allenatore e del presidente Tucci.

“É stata una grande emozione – assicura la nuotatrice di ritorno da Roma –, essere presente ad una manifestazione di questo livello non era certamente auspicabile qualche tempo fa. Lo è diventato grazie al lavoro svolto con il mio allenatore, con la società e grazie alla mia passione e al mio impegno per questo sport. Ringrazio – continua Lonati – chi mi ha sostenuto, chi mi è stato sempre vicino e mi ha indicato la strada da percorrere per arrivare a gareggiare con i campioni del nuoto internazionale. Grazie ai miei compagni, al mio allenatore Giorgio Petrella e a tutta l’H2O Sport per quello che fanno per me”.

Il pensiero dell’atleta biancorossa va poi al futuro. “Questo deve essere per me un punto di partenza e non di arrivo, nella maniera più assoluta. Continuerò a lavorare così cercando di migliorarmi e di crescere sotto ogni aspetto. Ce la metterò tutta”.