La grandine imbianca Campobasso, infiltrazioni d’acqua al Cardarelli. Caos e disagi su Bifernina e ss 17 fotogallery

Un violento temporale si è scatenato poco dopo le 13. La grandine ha imbiancato le strade, i marciapiedi e i balconi, danneggiato alcune vetture parcheggiate. Completamente travolta dall'acqua via Sant'Antonio dei Lazzari dove ci sono stati numerosi disagi. In contrada Tappino la grandine si è accumulata per diversi centimetri. Incidente a Colle delle Api. Caos per i mezzi in transito sulla statale 17 tra Campobasso e Vinchiaturo. Disagi sulla Bifernina e sulla Tangenziale. Corridoi e reparti 'inzuppati' d'acqua in ospedale.

Strade imbiancate come dopo una nevicata, freddo e forti sferzate di vento: poco dopo le 13 la città di Campobasso è stata travolta da un violento nubifragio e le strade, in un giovedì di maggio, si sono trasformate in una cartolina invernale. Il clima è cambiato nel giro di poco più di mezz’ora nella città capoluogo, riscaldata in mattinata da un sole quasi estivo.

grandinata contrada Tappino

Poi una violenta grandinata si è abbattuta sulla città, creando caos soprattutto al traffico che proprio attorno alle 13 è interessato da maggiore afflusso di automobilisti lungo le strade del centro urbano e in prossimità delle scuole, all’altezza dell’istituto “G.A.Colozza”, per esempio, via Sant’Antonio dei Lazzari si è completamente allagata.

Così i viali, i marciapiedi, i canali di scoli si sono trasformati in torrenti, intasando tombini. I chicchi ghiacciati hanno quasi totalmente ricoperto e imbiancato le macchine parcheggiate, danneggiandone alcune. Infiltrazioni d’acqua nei corridoi e in alcuni reparti dell’ospedale Cardarelli, imbiancato il parcheggio del nosocomio di contrada Tappino. Numerose le testimonianze fotografiche degli utenti (postate anche su Facebook) che in quel momento si trovavano all’interno del presidio ospedaliero: la pioggia aveva inzuppato gli infissi delle finestre e da lì era penetrata all’interno dell’edificio, la cui ristrutturazione non è più rinviabile.

Cardarelli allagato

Problemi alle fogne alla Foce e a Fossalto Cupo, le due contrade che si trovano nella parte più a ovest del capoluogo. Mentre il violento nubifragio potrebbe essere stata la causa dell’incidente che si è verificato poco prima delle 14.30 a Colle delle Api, alle spalle dell’ex pastificio Guacci. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 115.

Momenti caotici sono stati vissuti un po’ ovunque e molti cittadini hanno telefonato al centralino del 115 per chiedere l’intervento dei vigili del fuoco.

Immagini surreali da contrada Tappino (in foto). La grandine, infatti, si è accumulata per diversi centimetri facendo sembrare il panorama come fosse innevato.

grandine in contrada tappino

Nel frattempo i social sono stati ‘riempiti’ da foto e video di giardini, strade, marciapiedi ricoperti dai chicchi di giaccio.

Non sono nel capoluogo, però. Disagi anche in altri paesi del Molise centrale, senza dimenticare i campi allagati e gli alberi da frutto danneggiati.

E’ diventato un ‘inferno’ viaggiare sulla statale 17: all’altezza delle gallerie tra Campobasso e Vinchiaturo una violenta grandinata ha reso molto difficoltosa la circolazione dei mezzi (autobus, vetture e camion) che in quel momento transitavano nella zona. Si camminava quasi a ‘passo d’uomo’, mentre alcuni automobilisti hanno deciso di accostare lungo la carreggiata a causa della scarsa visibilità.

Difficile la circolazione anche sulla Bifernina a causa del violento nubifragio. Allagata una parte della Tangenziale ovest di Campobasso: nei tratti più avvallati la circolazione è stata molto pericolosa a causa dell’acqua accumulata.

Insomma il maltempo non dà tregua. Anzi, nelle ultime ore si è assistito ad un palese peggioramento delle condizioni meteo perlopiù a Campobasso e dintorni. Il nubifragio di oggi ha rappresentato l’epilogo di giorni e giorni, ormai, di instabilità. E, purtroppo, le previsioni per le prossime ore non lasciano sperare nulla di buono. Previsto ancora brutto tempo, temperature in picchiata e rovesci, infatti, anche  per il fine settimana.