Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Studi e terapie che ‘guardano’ al futuro: presentato il master di medicina rigenerativa

Più informazioni su

Un percorso formativo che guarda al futuro. Parliamo di medicina rigenerativa: riparare organi adulti umani danneggiati con l’intento di restituire loro l’integrità strutturale e funzionale all’organo sano. Questa disciplina potrebbe offrire nuove possibilità terapeutiche per combattere patologie neurodegenerative e alcune malattie cardiovascolari gravi e invalidanti.

“Stiamo intensificando le attività di ricerca” commenta Mario Zappia, Direttore Generale “ grazie all’impegno del professor Valentini, che ricopre contestualmente l’incarico di Direttore Scientifico della Fondazione “Giovanni Paolo II” e Vice Direttore Scientifico della Fondazione “Gemelli”, molti progetti scientifici della nostra “casa madre” troveranno applicazione anche qui a Campobasso. Vogliamo offrire ai nostri pazienti, le migliori cure possibili. Per fare questo è necessario investire in ricerca e formazione del personale nell’ottica del continuo aggiornamento professionale”, ha concluso il Direttore.

Un master in cui sono coinvolti numerosi professionisti della Fondazione “mi ha colpito la passione con cui i nostri operatori, e in particolare il professor Caradonna, si sono spesi per questo progetto” ha commentato Maria Teresa Mucci, Direttore Sanitario, “ringrazio tutti per i risultati raggiunti”, ha concluso la responsabile sanitaria.

All’iniziativa ha presenziato anche il commissario ad Acta della sanità: “E’ un onore partecipare a questo evento, ringrazio i promotori del master, il direttore generale e la direttrice sanitaria per avermi invitato”, commenta Angelo Giustini. “Questa mattina si inaugura un percorso formativo che riguarda una branca della medicina che potremmo definire evolutiva. Tutto questo, probabilmente, potrebbe favorire la cosiddetta mobilità attiva e allo stesso tempo, offrire ai Molisani cure specialistiche in casa propria”.

“Il master si propone di formare nuove professionalità nell’ambito della medicina rigenerativa” commenta Eugenio Caradonna, referente dell’Unità di Ricerca e Segretario del Master “un percorso altamente specialistico promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore qui a Campobasso”.

Ha voluto portare il suo saluto anche ilvVescovo Bregantini, sottolineando che “la missione dell’Università Cattolica, viene pienamente realizzata, qui in Molise, dalla Fondazione Giovanni Paolo II; una “primizia” in campo sanitario che offre prestazioni di alta qualità, nel rispetto della persona”.

Il master, organizzato in collaborazione con la Società Italiana di Medicina Chirurgia Rigenerativa Polispecialistica, nasce dall’esigenza di preparare professionalmente medici ed altre figure sanitarie all’impiego delle tecniche di Medicina e Chirurgia Rigenerativa più innovative ed efficaci, nel rispetto della normativa vigente e dei protocolli maggiormente accreditati e condivisi dalla comunità scientifica. Inoltre, è finalizzato a contribuire alla formazione omogenea delle diverse professioni che gravitano in un ambiente altamente specialistico.

Più informazioni su