Rieco, dipendenti in sciopero il 3 maggio. Presidio dinanzi alla sede e al Comune

Il 3 maggio i dipendenti della Rieco Sud Scarl incroceranno le braccia. Uno sciopero di 24 ore, a partire dalle 00.01 fino alle 24 del 3 maggio.

Le RSU Luigi Bizzarro, Luciano Miraglia e Antonio Felice, nonché le organizzazioni sindacali territoriali stipulanti e firmatarie del  Contratto collettivo nazionale del settore, in nome e per conto dei lavoratori dipendenti della società Rieco Sud Scarl, facendo seguito alla proclamazione dello sciopero di 24 ore di tutti i dipendenti della società Rieco Sud scarl, comunicano che, nella giornata indicata, dalle ore 4.30 del mattino a seguire si svolgerà un presidio dei lavoratori dipendenti della suddetta società dinanzi all’ingresso della sede operativa della società Rieco sita a Termoli nella Zona Industriale, di fronte alla centrale della Sorgenia.

Successivamente, nella medesima giornata, a partire dalle 10 si svolgerà un presidio dei lavoratori dipendenti della suddetta società dinanzi al Comune di Termoli – ingresso lato via Sannitica – ed in quella sede, dalle ore 10.30, si svolgerà una conferenza stampa per illustrare le ragioni dello sciopero.

Gli stessi sindacati (Fiadel, Cgil, Cisl Fit, Fismic e Uiltucs) ribadiscono che la protesta, indetta il 17 aprile scorso, è confermata ma evidenziano, al contempo, il proprio “spirito collaborativo e la volontà di trovare una soluzione bonaria alla vicenda, anche a latere della procedura onde scongiurare lo sciopero proclamato” e invitano pertanto la società che gestisce il servizio di raccolta rifiuti a Termoli ad un incontro, per il giorno 2 maggio, per discutere congiuntamente della questione oggetto della controversia, inoltrando “lo stesso invito al sindaco di Termoli di convocare le parti, nello stesso giorno, a latere della procedura onde evitare dei disagi ad utenze e maestranza”.