Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Pienone al Centro per l’impiego, laureati e 60enni in fila per il posto fisso al Comune

Quattro posti da operaio, uno da impiegato/usciere. In tanti stamane si sono presentati alla selezione per il lavoro a tempo indeterminato col Comune di Termoli. Dai giovani laureati da poco a chi invece è a un passo dalla pensione. Tutti accomunati dalla ricerca di un'occupazione, fra speranza e disperazione: “Ci proviamo, senza grandi aspettative”

La fila inizia sui primi gradini delle scale. Per arrivare al primo piano bisogna superare tanta gente in attesa, documenti in mano e volti per nulla contenti di dover aspettare per presentare la propria candidatura. In centinaia per sole cinque posizioni. Giovani laureati, ma anche manovali e impiegati. Gente a pochi anni dalla conquista della pensione e ragazzi con poche esperienze di lavoro. Tutti in cerca di occupazione.

A soli cinque di loro però quel posto cambierà probabilmente la vita, perché è il famoso posto fisso che tutti bramano. Quattro operai, un impiegato, tutti assunti dal Comune di Termoli a tempo indeterminato.

Stamattina 9 maggio dalle 9 alle 12 è iniziata la selezione. Bisognava presentarsi al Centro per l’Impiego di via dei Palissandri con la propria candidatura, corredata dai documenti richiesti. Isee, Did (cioè dichiarazione dello stato di disoccupazione), naturalmente il curriculum vitae. Qualcuno è arrivato impreparato. “Serve l’Isee? Oddio, devo andare a farlo” e via di corsa per le scale nel tentativo di fare in tempo.

Altri hanno scelto di provarci senza sapere cosa realmente aspettarsi dalla selezione. “Operaio o usciere? Quello che c’è, per me va bene tutto” confida un giovane padre di famiglia, disoccupato da un po’. “Il lavoro? Non ce n’è, non si muove niente. E quando riesco a trovare qualcosa, mi pagano dopo mesi. Per mia moglie è la stessa cosa”.

Fila centro impiego

L’ufficio apre alle 9, ma i più mattiniere assicurano che “alle 8,30 c’era già la fila che iniziava al piano terra”. All’approssimarsi dell’orario limite, il conto di quelli che entrano nell’ufficio del Centro per l’Impiego supera abbondantemente la tripla cifra, anzi la doppia. La fila non è certo ordinata, ma non c’è caos. All’interno persino i vigili urbani, chiamati in anticipo per evitare che la situazione possa surriscaldarsi per il nervosismo di chi attende.

Tanti sono termolesi, ma fra le centinaia di persone in fila, numeretto verde fra le mani in attesa del proprio turno, anche parecchie persone delle zone limitrofe: Petacciato, Montenero, Guglionesi, persino Casacalenda che non è proprio dietro l’angolo. Ma il posto fisso fa gola a tutti, non c’è da rimanere sorpresi.

Qualcuno è carico di speranza, altri quasi disperati. “Siamo così tanti e alla fine vuoi vedere che prenderanno qualcuno che oggi non è nemmeno venuto?” chiede uno di loro. “Sicuramente è così” rincara la dose un altro. L’idea che la meritocrazia conti qualcosa purtroppo non alberga da queste parti. “Se hai l’aiutino trovi il posto, altrimenti fai la fame”.

Io ci provo – fa un altro – ho letto l’annuncio su Internet, ho chiesto in giro. Non ho nulla da perdere”. C’è anche qualche ragazzo straniero, in Italia ormai da una vita. Poche le donne, la maggioranza è composta da uomini, forse perché fra il gentil sesso è difficile trovare operai specializzati, con una caterva di requisiti specifici e patenti di tutti i tipi.

Ma per il posto da usciere cosa serve saper fare, dai” commentano altri. Invece il posto da impiegato, più volgarmente definito usciere, richiede competenze che non si trovano dappertutto. “Chiedono qualifiche informatiche precise” afferma uno dei partecipanti, che fra l’altro è candidato alle prossime comunali. “Sì, ma non mi citare, partecipo semplicemente alla selezione e ritengo di avere tutti i requisiti”.

Quello di oggi però era solo il primo passo. Al Centro per l’Impiego termolese verranno valutate tutte le candidature e sarà stilata una graduatoria in base ai requisiti. Poi ci sarà il colloquio orale in Comune. La corsa al posto fisso è appena iniziata.