Orticoltura “fai da te”, aperte le iscrizioni al corso promosso da Istituto “Pilla” e Progetto Policoro

Incentivare lo sviluppo delle pratiche di autoproduzione agricola, sostenendo il crescente interesse per la realizzazione di orti familiari e di giungere così alla produzione di ortaggi di qualità controllata, in economia.

Questo il nobile scopo del “Corso di orticoltura naturale” promosso dall’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Leopoldo Pilla” e dall’Ufficio del Progetto Policoro della Diocesi di Campobasso-Bojano.

Possono aderire all’iniziativa, previa iscrizione, tutte le persone che lo desiderano, purché maggiorenni. Il corso è fruibile gratuitamente, ma avrà effettivamente luogo solo se si raggiungerà il numero minimo di otto partecipanti. Il termine ultimo per le iscrizioni è stato fissato al 21 maggio prossimo, ma la chiusura potrebbe avvenire prima nel caso in cui dovesse maturare con un certo anticipo il numero massimo di dodici adesioni. 

Per iscriversi o ricevere maggiori informazioni è possibile contattare telefonicamente il Progetto Policoro al numero 328 7679587, oppure utilizzare  l’indirizzo di posta elettronica progettopolicoro.cb@gmail.com

Il progetto in questione si inserisce in un più ampio quadro di collaborazione tra la scuola e le altre agenzie del territorio attente allo sviluppo economico, alla crescita delle realtà rurali, alla salvaguardia dell’ambiente, alla generazione di posti di lavoro e di nuova economia, soprattutto giovanile.

La struttura del corso, in particolare, prevede sei incontri da due ore – che avranno luogo al giovedì e al sabato, dalle 11 alle 13 – nel corso dei quali verranno svolte sia lezioni teoriche che interventi pratici sul campo. La parte didattica si svolgerà presso l’Istituto Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, in via Alessandro Manzoni nº22.

Si partirà il 23 maggio, con le lezioni tenute dai professori Giacomo Carlone e Giuseppe Pezzuto.

Di seguito il calendario degli argomenti trattati. Nel primo incontro si parlerà di “inquadramento botanico delle principali specie ortive coltivate durante tutti i mesi dell’anno”, mentre il secondo verterà sulle “principali operazioni colturali: semina, scelta dell’area, spazi da assegnare ad ogni coltura, cure colturali, trapianti, concimazioni, irrigazioni”. Nel terzo appuntamento verranno approfondite “le problematiche dell’orto: erbe infestanti, parassiti fungini e insetti, nozioni su patologie, cenni di lotta biologica”; il quarto affronterà invece il tema “Progettazione orto familiare: posizionamento, esposizione, classificazione dei tipi di terreno, caratteristiche chimiche del suolo, preparazione del terreno, pacciamatura, sovescio”. La quinta lezione sarà incentrata su “campionatura ed analisi del terreno, scelta dei fertilizzanti, semina in contenitori alveolati, trapianto di piantine”. Chiuderà la rassegna l’ultimo incontro: “Attrezzature per le lavorazioni del terreno, costruzione delle aiuole, realizzazione impianto di irrigazione”. 

Per accedere all’iniziativa é previsto il versamento all’Ufficio del Progetto Policoro di una cauzione di € 50,00, che verrà comunque restituita alla fine del corso se risulteranno frequentati almeno quattro dei sei incontri totali previsti.