Mercoledì di playoff per la Magnolia: c’è la semifinale col Bologna

La formazione campobassana in campo per l'incontro con le felsinee: domani (8 maggio) la partita nel capoluogo emiliano, sabato il ritorno al Palavazzieri

Più informazioni su

Nemmeno il tempo di godersi il largo exploit sull’Umbertide che è già momento di tornare in campo e confrontarsi sul parquet. La Magnolia è pronta ad affrontare, nella semifinale legata alla parte bassa del tabellone playoff per il salto in A1, il Bologna con andata sul parquet delle felsinee (il ritorno sarà sabato nello scenario amico del PalaVazzieri con palla a due alle ore 18.30). In un mercoledì sera (la palla a due è prevista per le 21) che si annuncia particolarmente intenso le rossoblù potranno contare anche sul supporto di un numeroso drappello di sostenitori che si muoveranno dal capoluogo alla volta dell’Emilia, nonché del drappello di molisani residenti sotto le due torri.

“Siamo riusciti ad ottenere un risultato di tutto rilievo in quello che è il nostro percorso particolarmente giovane. Però, dentro, c’è tantissima voglia di provare ad andare oltre cercando di giocarci sino in fondo tutte le nostre possibilità”, commenta alla vigilia dell’incontro coach Sabatelli.

Tra andata e ritorno, in regular season, le sfide tra campobassane e felsinee sono state sempre all’insegna della grande concretezza difensiva con i dettagli ad incidere sull’inerzia dei due match caratterizzati da altrettanti successi esterni: delle magnolie all’andata il 3 novembre per 52-48, delle emiliane al ritorno (55-54) lo scorso 2 marzo al termine di una contesa condizionata, in casa rossoblù, da qualche errore di troppo, in particolare ai tiri liberi.

“Di fronte – aggiunge Sabatelli – si ritroveranno due squadre di notevole caratura e, come succede in questi casi, la differenza passerà per la maggiore lucidità e la freddezza nei palloni decisivi. Senz’altro, sarà una contesa che si deciderà negli ultimi minuti con priorità sulla cura dei dettagli. Non dovremo farci prendere dalla frenesia, cercando di mantenere alto il livello di concentrazione come avvenuto nella gara contro Umbertide, cercando di limitare al massimo le pause”.

In un gruppo che, nel complesso, gode di buone condizioni fisiche, l’attenzione è rivolta tutta sugli aspetti strategici. “Contro di loro – chiosa Sabatelli – servirà una partita attenta in ogni più minuzioso particolare. Bologna ha una squadra particolarmente profonda con almeno nove elementi di categoria con alcuni da palcoscenici superiori. Motivo in più, da un punto di vista difensivo, per limitare al massimo le loro bocche da fuoco, avendo la prontezza e la giusta concentrazione nel rispettare quelli che saranno i capisaldi del nostro piano partita”.

Più informazioni su