Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Manifesti selvaggi, tra scorrettezze e irregolarità negli spazi. Scontro tra Sinistra e Lega foto

Più informazioni su

Scorrettezze, manifesti abusivi, guerra di carta e simboli sugli spazi termolesi preposti a ospitare i consueti manifesti elettorali della campagna in atto, che sta arrivando alle battute finali. L’ultimo episodio di attacchini abusivi è registrato ai danni della Rete della Sinistra, oscurata con una mossa scorretta da alcuni candidati della Lega di Salvini, come peraltro è evidente in queste immagini.

La scoperta – non è la prima di questo genere – stamattina 18 maggio, quando è stato verificato che i manifesti dalla candidata alla carica di sindaco Marcella Stumpo erano stati illecitamente coperti dai candidati della Lega. E’ scattata la segnalazione alla Polizia Municipale, incaricata anche di procedere alle sanzioni previste per irregolarità di questa natura.

Qualche ora dopo è arrivata la replica della Lega attraverso il candidato Michele Marone, che dichiara: “La professoressa Marcella Stumpo predica bene e razzola male. Suo malgrado anche la Lega ha dovuto far intervenire i vigili urbani per una analoga constatazione a parti inverse. Ebbene si, proprio la Rete della Sinistra ha coperto lo spazio elettorale n. 8 in viale Trieste di fronte al palazzo dei ferrovieri che come noto e’ assegnato alla Lega per i candidati comunali. A questo punto si spera che la Rete della Sinistra, prima di fare sterili strumentalizzazioni politiche, pensi piuttosto a rispettare le regole. Permettendoci di ricordare che chi e’ senza peccato, scagli la prima pietra!”

 

Ma in realtà lo spazio indicato dal candidato leghista Michele Marone come occupato abusivamente dalla Sinistra spetterebbe proprio alla sinistra,  secondo quanto  riferito dalla professoressa Marcella Stumpo. “Precisiamo che sarebbe bene, prima di scomodare i vigili urbani, accertarsi di quali spazi elettorali si sta parlando. In viale Trieste di fronte alle case dei ferrovieri l’unico spazio n.8 occupato da nostri manifesti e’quello delle elezioni europee, che spetta appunto alla Sinistra europea di cui siamo i rappresentanti locali. Sarebbe anche bene insegnare ai propri candidati ad occupare spazi legittimi”.

 

E subito replica di contro Marone: “La realtà non è una opinione!
Mi dispiace per la Prof Stumpo, che con la sua controreplica, dimostra di non conoscere che lo spazio elettorale n 8 risulta essere stato assegnato dall’autorita’ competente alla lista comunale della Lega.
Per cui, suo malgrado, anche la sua controreplica risulta manifestamente infondata e pretestuosa.
A questo punto, invito la medesima Prof. ad una campagna elettorale serena e leale, senza perdere tempo e, soprattutto, senza far perdere tempo”.

 

Più informazioni su