Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il libro della giornalista Codispoti ottiene la benedizione apostolica di Papa Francesco foto

Il Molise esiste, semmai si rendesse necessario ribadirlo, e si fa valere in numerosi ambiti. Ultimo, solo per accadimento, quello giornalistico e letterario che vede protagonisti la giornalista bojanese Rita Carla Codispoti e Papa Francesco.

La prima, responsabile delle comunicazioni sociali dell’Antica Cattedrale della città di Bojano dal 2008, ha scritto un libro, fortemente voluto dall’Arcivescovo di Campobasso-Bojano Giancarlo Maria Bregantini, dal titolo ‘La fede e la Carità dell’Arcivescovo, S.E. Mons. Antonio Nuzzi’.  Un volume che è stato donato a Papa Francesco che, lo scorso 27 marzo, ha inviato una lettera tramite la Segreteria di Stato della Santa Sede.

Il Papa “ha gradito il filiale gesto di ossequio ed i sentimenti di spirituale vicinanza che l’hanno suggerito”, come riporta la lettera ed ha affidato l’incarico all’Arcivescovo Bregantini di far giungere alla giornalista Rita Carla Codispoti “la Sua gratitudine e la Sua Benedizione Apostolica”.

Il libro è il risultato di una ricerca storica, durata due anni, affidata dall’Arcivescovo Bregantini, con suo mandato, alla giornalista Rita Carla Codispoti, all’indomani della scomparsa dell’Arcivescovo Monsignor Antonio Nuzzi, avvenuta il 9 settembre 2016. Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia, fu nominato da Papa Giovanni Paolo II, ora Santo, il 21 febbraio 1981, proprio nella terra d’Irpinia colpita da un terremoto devastante il 23 novembre 1980 ed in seguito fu nominato Arcivescovo di Teramo-Atri, in Abruzzo, dove concluse il suo Ministero Episcopale. Nella sua Bojano ha fondato la Casa di Riposo 2SS. Cuori di Gesù e di Maria.

L’Arcivescovo Nuzzi, originario della Città di Bojano, è stato una figura straordinaria ed un autorevole esponente della Chiesa Cattolica, proprio per tale motivo l’Arcivescovo Bregantini ha voluto onorare la sua memoria con un libro. “Un modello di fede e di carità, come riporta il titolo, ed un grande esempio per tutto il popolo di Dio”, scrivono dal vescovado.

“È un libro che racconta dell’Universalità della chiesa, Cardinali, Arcivescovi, Vescovi, Sacerdoti, Religiose e Religiosi di diverse Diocesi Italiane, il Vescovo del Vietnam, il Missionario del Myanmar – ha spiegato la Giornalista Bojanese Rita Carla Codispoti – Sono 85 testimonianze che ripercorrono la storia di questo grande Arcivescovo della Chiesa Cattolica. Il libro contiene documenti storici che provengono dagli archivi di diverse Diocesi Italiane, con fotografie storiche provenienti anche dal Vaticano che ritraggono l’Arcivescovo Nuzzi insieme a San Giovanni Paolo II, poi l’Osservatore Romano dell’epoca che riportava le parole dell’Arcivescovo Nuzzi e la cronaca della tragedia del terremoto dell’Irpinia, fino ad arrivare alle catechesi di Papa Francesco”.

“Tutte fonti – ha concluso la Giornalista Bojanese – Che oggi consideriamo storiche per la valenza che hanno, perché attraverso di esse ho potuto ricostruire non solo l’Episcopato dell’Arcivescovo Nuzzi, ma la storia civile che inevitabilmente si è intrecciata con la storia ecclesiale dell’epoca e che oggi noi abbiamo il dovere di ricordare, ringrazio per questo impegnativo incarico e per gli importanti risultati raggiunti l’Arcivescovo Bregantini, per la formazione da lui ricevuta in questi undici anni che l’ho seguito nella città di Bojano e nell’area matesina ed il mio parroco, l’Arciprete Don Rocco Di Filippo per la fiducia che ha riposto in me fin da subito”.