Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

I Popolari primo partito del centrodestra: boom per Colagiovanni. Ecco i candidati più votati

Ecco i nomi dei candidati consiglieri più votati dopo il responso delle urne. Il partito che fa riferimento a Vincenzo Niro è il primo della coalizione di centrodestra seguito dalla Lega. 'Re' dei voti è l'ex assessore alle Attività produttive (750), la più votata del centrosinistra è la titolare delle Politiche sociali nella giunta Battista Alessandra Salvatore (615 preferenze).

Fino all’ultimo voto. La partita sull’assegnazione del premio di maggioranza si allunga ogni oltre previsione a causa della lentezza con cui si svolgono le operazioni di scrutinio e che vengono successivamente trasmessi in Prefettura. Basti pensare che dopo le 2.30 di notte, circa dodici ore dopo l’inizio dello spoglio, sui siti ufficiali c’erano solo i risultati di 43 sezioni su 56.

Tuttavia, il responso delle urne fornisce alcune certezze sulle preferenze ottenute da liste e candidati. La prima: a Campobasso i Popolari di Vincenzo Niro sono il primo partito della coalizione di centrodestra che sostiene Maria Domenica D’Alessandro. Stando ai dati ufficiosi e ancora parziali, l’ex assessore alle Attività Produttive Salvatore Colagiovanni è il ‘re’ delle preferenze, il più votato in assoluto con 750 preferenze. Ottimo anche il risultato di Carla Fasolino (550) che si presentava in tandem proprio con Colagiovanni. Terzo degli eletti per i Popolari sarebbe Gennaro Niro (400), seguito da Pietro Montanaro e Francesco Sanginario. Questi ultimi due tornano nell’assise di palazzo San Giorgio con la ‘maglia’ del centrodestra dopo che nel 2014 erano stati eletti con il centrosinistra di Antonio Battista.

Secondo partito del centrodestra è la Lega che nell’assise civica sarà rappresentata sicuramente dal capolista Alberto Tramontano (ad un passo dalla candidatura a sindaco) e Alessandro Pascale, ex assessore della giunta Di Bartolomeo.

Invece i più votati di Forza Italia dovrebbero essere Domenico Esposito (circa 300 voti), Michele Coralbo (circa 250 voti). A poca distanza da quest’ultimo Livia Mucci. Resterebbe fuori dall’Aula invece Marialaura Cancellario.

In Fratelli d’Italia dovrebbero giocarsi un posto nell’assise civica Mario Annuario ed Elio Madonna.

Buono l’esordio del movimento ‘E’ Ora’: i più votati sono Gianluca Maroncelli e Massimo Sabusco, il primo ex consigliere e il secondo ex assessore nella giunta Battista con la delega al Bilancio e alle Finanze.

Nel Movimento 5 Stelle boom di preferenze per i consiglieri comunali uscenti: meglio di tutti Simone Cretella, seguito da Luca Praitano. Nell’assise potrebbero entrare anche Antonio Musto e Paola Felice. Sperano inoltre Margherita Gravina e Antonio Vicinguerra.

In Consiglio comunale entrerà anche Paola Liberanome (Io Amo Campobasso).

Della coalizione di centrosinistra, sconfitta alle urne, è il Pd che prende più seggi di tutti: oltre ad Antonio Battista, buoni risultati per le assessore uscenti Alessandra Salvatore (615) e Bibiana Chierchia. In Consiglio dovrebbe entrare anche Giose Trivisonno, mentre non ce l’ha fatta ad essere rieletto Pietro Maio. Potrebbe rimanere a bocca asciutta Centro Democratico (in cui era candidato Pino Libertucci), mentre nella lista della Sinistra spicca solo il dottore Leo Terzano. Se i dati dovessero essere confermati, resterebbero fuori dall’assise civica anche le ex assessore Lidia De Benedittis e Maria Rubino.