Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Gravina (5Stelle) ‘riacciuffa’ il ballottaggio in extremis. Fra 15 giorni la sfida contro la candidata del centrodestra fotogallery

Sarà il ballottaggio tra centrodestra e M5S a definire il prossimo sindaco della città di Campobasso. Maria Domenica D'Alessandro si ferma al 39% e non sfondano nemmeno le liste del centrodestra. Fra 15 giorni la sfida contro Roberto Gravina che questa notte era stato temporaneamente 'estromesso' dalla competizione a causa della sbagliata attribuzione del disgiunto che aveva causato l'erronea pubblicazione dei risultati sul sito di Prefettura e Ministero.

Alle 3 di notte circa i dati pubblicati sul sito della Prefettura cambiano improvvisamente gli scenari. Non sarà Gravina ad andare al ballottaggio contro la D’Alessandro ma il sindaco uscente Battista che qualche ora prima aveva personalmente ammesso la sconfitta in una conferenza stampa. E invece i risultati definitivi delle 56 sezioni di Campobasso ribaltano il verdetto delle urne  che per l’intera giornata ha tenuto incollati migliaia e migliaia di cittadini ai risultati in tempo reale. E’ il caos.

Il giallo verrà chiarito dopo qualche ora, dopo i controlli e l’ammissione dell’errore da parte della Commissione elettorale nel mancato controllo dei dati relativi al voto digiunto. Preferenze che non erano state assegnate e che invece premiavano Gravina. Disguido rettificato intorno alle 10 del 28 maggio.

gravina in sede

Gravina:  “Risultato importante, sono emozionato. Possiamo sperare nel ballottaggio”

Nella sede di 5 Stelle a Campobasso, il candidato sindaco pentastellato per la seconda volta in corsa alle Amministrative del capoluogo di regione, commenta i risultati delle votazioni che lo vedranno al ballottaggio tra due settimane con la candidata di Centrodestra Maria Domenica D’Alessandro. “E’ un risultato importante, sono emzionato – le sue prime parole ai microfoni dei cronisti che lo circondano in sede – Possiamo ben sperare nel ballottaggio“.

“Non mi aspettavo tutto questo sinceramente, mi aspettavo il nbuon risultato. Saluto il sindaco Antonio Battista che mi ha chiamato per farmi i complimenti e voglio dirlo pubblicamente. Il punto di forza? I cinque anni di esperienza in consiglio comunale, non solo opposizione ma anche proposta, spero nel mio piccolo di aver contribuito“. E sul ballottaggio: “E’ ancora prematuro per dire come ci comporteremo, potrei dire che andremo di sì perchè è una ipotesi che dobbiamo verificare a Campobasso”.

 

Ore 22.10

Antonio Battista è visibilmente emozionato quando alle 21:30 si presenta nella sua sede elettorale per affrontare i giornalisti e ufficializzare quello che i dati derivanti dallo spoglio delle schede per le comunali iniziavano a delineare, ossia la sconfitta del sindaco uscente, candidato del Centro-Sinistra e sostenuto dalle liste del Pd, Centro Democratico, e la Sinistra. “Voglio ringraziare tutti quelli che mi sono stati vicini, i candidati che mi hanno supportato in questa campagna elettorale, ma il distacco oramai è evidente e mi sono già complimentato telefonicamente con Roberto Gravina“.

Sono soddisfatto del lavoro svolto nei cinque anni di mandato, ma sicuramente qualcosa non ha funzionato e non è stato percepito nella giusta maniera dalle persone. Ma io rifarei ogni cosa. Consigli su chi votare al ballottaggio? Vedremo nei prossimi giorni. Approfondiremo ogni cosa con la giusta tranquillità”. E sulla possibilità di restare in politica risponde: “Per il momento sono ancora sindaco fino all’insediamento della prossima Amministrazione”.

Ore 21.50

D’Alessandro: “Chiederò impegno massimo a tutti per vincere al ballottaggio”

Ho affrontato con molta serenità questa competizione – è il primo commento di Maria Domenica D’Alessandro – e sono anche soddisfatta del risultato raggiunto. I candidati si sono molto impegnati – aggiunge l’esponente della Lega – e anche se non è stato sufficiente per raggiungere la maggioranza del 50% al primo turno sicuramente per il ballottaggio ci impegneremo al massimo e chiederò a tutti un impegno ulteriore per arrivare ad amministrare questa città secondo il programma che abbiamo disegnato“.

Ormai per Campobasso, a differenza di Termoli, non c’è più alcuna possibilità di andare alla vittoria al primo turno per il centro-destra. Lei rivendica in ogni caso il successo numerico riportato: “Il mio dato è di circa il 40% con una differenza di circa 10 punti rispetto al candidato del 5 Stelle” dichiara ancora l’avvocato D’alessandro, che sceglie la cautela per un commento di sostanza sui numeri delle urne.

Intanto nel capoluogo è già polemica per il presunto ricorso massiccio al voto disgiunto o incrociato. Il coordinatore regionale della Lega Salvini Mazzuto ha parlato, rispondendo ad alcune domande nelle Tv locali, di tradimento.

Le parole di Maria Domenica D’Alessandro

Ore 21.34

A due terzi dello spoglio per le comunali del capoluogo di regione, l’ipotesi del ballottaggio è praticamente certa. La candidata leghista di una coalizione di centro-destra Maria Domenica D’Alessandro dovrà, con larghissima probabilità, vedersela con Roberto Gravina, candidato alla fascia di sindaco per il MoVimento 5 stelle. Un risultato decisamente sorprendente per Campobasso dove la sfida era apertissima e dove l’uscente Antonio Battista, quota Pd, ha convocato una conferenza stampa proprio in questo momento nella quale dovrebbe annunciare la sconfitta e commentare il voto. Roberto Gravina è candidato a sindaco per la seconda volta. Cinque anni fa non arrivò al ballottaggio per pochi voti. Questa volta si prospetta uno scenario completamente diverso.

Ore 20.29

Nella sezione 13, quando sono quasi le 21.30 e lo spoglio è partito da più di sette ore, sono questi i dati: Iannotti 3, Gravina 92, Liberanome 12 e Battista 90

Ore 21.10

Questi i dati dalla sezione 51 del capoluogo: D’Alessandro 271, Battista 161, Gravina 267, Liberanome 9 e Iannotti 2.

Ore 20.40

Un po’ di trambusto nella sezione 12 della scuola Enrico d’Ovidio di via Gorizia a Campobasso a causa della mancata assegnazione di una quindicina di schede che per gli esponenti del MoVimento 5 Stelle dovrebbero essere attribuite a Roberto gravina. È stato richiesto l’intervento dei Carabinieri e della Digos per placare gli animi.

campobasso spoglio 2019

Ore 20.25

Dalla sezione 47 di Campobasso emergono questi dati: Orlando Iannotti 0, Antonio Battista 159, Roberto Gravina 167, Paola Liberanome 32 e Maria Domenica D’Alessandro 219.

Ore 20

Mentre si profila con sempre maggiore concretezza l’ipotesi del ballottaggio tra Maria Domenica D’Alessandro della Lega e Roberto Gravina del Movimento 5 Stelle, continuano a concludersi anche le operazioni di spoglio elettorale nelle sezioni del capoluogo.

Sono dati definitivi (ma non ancora certificati) alla sezione 2 (scuola Petrone): D’Alessandro 141, Gravina 130, Battista 177, Iannotti 1, Liberanome 26. Chiusa anche la sezione 28 di via xxiv maggio col seguente risultato: D’Alessandro 224, Gravina 108, Battista 148, Iannotti 1, Liberanome 28.

Conteggi terminati anche alla sezione 21 della scuola di via Gramsci con la D’Alessandro che ha preso 188 voti, Gravina 141, Battista 97, Liberanome 11 e Iannotti 1.

Trend identico alla sezione 20 con Maria Domenica D’Alessandro che ha ottenuto 194 voti, Gravina 96, Battista 53, Liberanome 16 e Iannotti 1. Nella sezione 49 della scuola Don Milani del capoluogo sono questi i risultati: Iannotti 1, Battista 157, Gravina 192, Liberanome 26, D’Alessandro 198.

Ore 19.25

Proseguono a ritmo serrato le operazioni di scrutinio nei seggi elettorali allestiti nelle scuole della città per queste amministrative 2019. Chiusa la sezione 22 della scuola D’Ovidio col seguente risultato: in testa Maria Domenica D’Alessandro con 150 voti, seguita da Roberto Gravina (80 voti), Antonio Battista (53), Paola Liberanome (8) e Orlando Iannotti 2. E chiusa anche la sezione 30 con questo risultato: D’Alessandro 205, Gravina 131, Battista 106, Iannotti 1, Liberanome 15

Segue il trend la sezione 27: D’Alessandro 197 voti, Gravina 109, Battista 99, Iannotti 0 e Liberanome 9. Questi i risultati della sezione 42: D’Alessandro 152, Gravina 118, Battista 153, Iannotti 3 e Liberanome 30.

Per la sezione 15: D’Alessandro 202, Gravina 139, Battista 111, Iannotti 15, Liberanome 25, per la sezione 1: D’Alessandro 115, Gravina 109, Battista 91, Iannotti 1, Liberanome 17. Per la sezione 13: D’Alessandro 255, Gravina 85, Battista 90, Iannotti 3, Liberanome 11 mentre hanno riportati questo risultato nella sezione 29: D’Alessandro 134, Gravina 121, Battista 125, Iannotti 2, Liberanome 16. In vantaggio la D’Alessandro con 128 voti anche nella sezione 31: dietro di lei Battista con 106 preferenze, Gravina con 105, Liberanome con 30 voti e Iannotti con 0

Ore 18.50

Segue lo spoglio dalla centralissima sede elettorale del sindaco uscente Antonio Battista il candidato del Pd Michele Durante: anche il presidente del Consiglio comunale guarda con attenzione soprattutto al testa a testa tra l’esponente del centrosinistra e Roberto Gravina del Movimento 5 Stelle dopo la volata di Maria Domenica D’Alessandro che a qualche ora dall’inizio delle operazioni di scrutinio ha già 10 punti percentuali di vantaggio sugli altri due sfidanti.

GUARDA L’INTERVISTA

Ore 18.30

Paola Liberanome, candidato sindaco per la lista civica Io Amo Campobasso, ha superato la soglia del 6 per cento a poche ore dall’inizio dello spoglio elettorale. Il suo ingresso in Consiglio comunale dovrebbe essere pertanto sicuro. Un risultato che lei stessa definisce “positivo e soddisfacente rispetto a un percorso iniziato sette mesi fa”.

GUARDA L’INTERVISTA

Ore 18.15

Tra le sezioni di Campobasso a seguire lo spoglio per l’elezione del primo cittadino del Comune capoluogo anche l’onorevole Antonio Federico che ha commentato ai microfoni di primonumero.it i risultati ancora parziali del voto. Da lui anche un riferimento alle elezioni Europee.

 

 

Ore 18

Continuano a chiudersi le operazioni di scrutinio nella città di Campobasso: la sezione 5 è la prima a terminare i conteggi nel presidio elettorale della scuola D’Ovidio. In testa il candidato sindaco di centrodestra Maria Domenica D’Alessandro, appaiati a “Quota 100” Antonio Battista e Roberto Gravina. Questi, nel dettaglio, i numeri: Maria Domenica D’Alessandro 127, Battista 100, Gravina 100, Liberanome 35, Iannotti 2. E sempre alla scuola D’Ovidio ma nella sezione 13 lo spoglio ha dato 255 voti alla D’Alessandro, 90 a Battista, 85 a Gravina, 11 alla Liberanome e 3 a Iannotti. Per la sezione 10 (sempre scuola E. D’Ovidio) i voti sono: 266 alla D’Alessandro, 123 per Gravina, 112 per Battista, 52 alla Liberanome e 3 a Iannotti.

Ore 17.30

Le prime sezioni ad aver terminato lo scrutinio a Campobasso sono la numero 32 e la numero 39 entrambe della scuola Colozza. Nella prima ha vinto la candidata del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro con 102 preferenze seguita dall’uscente primo cittadino Antonio Battista (83 voti) e, ‘a ruota’ dal pentastellato Roberto Gravina (81). Appena 6 i voti per Paola Liberanome di Io Amo Campobasso, uno soltanto per il forcone Orlando Iannotti.

Nella sezione 39 la classifica è simile con 164 voti per la D’Alessandro, 115 per Gravina, 104 per Battista, 14 per Liberanome e 2 per Iannotti.

Quasi terminato anche lo scrutinio nella sezione 27 della scuola Jovine. A Maria Domenico D’Alessandro sono andate 196 preferenze, la candidata della Lega è seguita da Roberto Gravina con 109 voti e da Antonio Battista con 99 preferenze.

Ore 17

Inizia a guadagnare un leggero distacco dagli avversari l’aspirante primo cittadino del centrodestra Maria Domenica D’Alessandro. E’ lotta all’ultima preferenza tra Antonio Battista (centrosinistra) e Roberto Gravina (M5S).

Ore 16.55

Concluso lo spoglio delle schede delle Amministrative nella sezione di Santo Stefano, che conta circa 300 abitanti. Secondo dati non ufficiosi, Antonio Battista ha vinto con 67 preferenze, dietro di lui la D’Alessandro (63), subito dopo Gravina (50), Liberanome (3). Zero voti per Iannotti (Forconi).

spoglio Campobasso elezioni 2019

Ore 16.45

Procedono gli scrutini, seppur non con la messina celerità in tutte le sezioni, anche alla D’Ovidio di Campobasso. Da una prima analisi, quello che sembra emergere è un testa a testa agguerrito tra il sindaco uscente Antonio Battista e il pentastellato Roberto Gravina all’inseguimento di Maria Domenica D’Alessandro, in vantaggio in numerose sezioni. In particolare, il divario tra l’esponente del Pd e il grillino – sulla scorta di quanto accadde cinque anni fa, proprio alle scorse amministrative – sembra giocarsi su un equilibrio precario, pronto a repentini cambiamenti man mano che i conteggi procedono. Come prevedibile, la maggioranza assoluta – almeno stando ai primi, primissimi parziali – sembra soltanto un miraggio.

Ore 15.30

Si inizia a profilare un testa a testa tra Maria Domenica D’Alessandro e Antonio Battista: questo il primo responso sulla base di circa 1000 schede scrutinate. La candidata della Lega ha riportato 367 preferenze (35%) Antonio Battista 359 voti (34%), Roberto Gravina 279 preferenze (26%). Un dato ovviamente ancora ufficioso e parziale.

 

Ore 14.50

Operazioni di scrutinio cominciate puntualmente anche nelle sezioni della D’Ovidio di piazza della Repubblica: i lavori sono partiti con regolarità e proseguono senza intoppi. Unica eccezione in questo senso per la sezione 4, dove i conteggi sono stati “congelati” a causa della “latitanza” delle tabelle relative ai sindaci e dovrebbero partire a breve. Da una prima analisi di queste frazioni preliminari si osserva la presenza di trend ricorrente, una sorta di comune denominatore: il voto disgiunto sembra accomunare infatti i primi risultati nella maggior parte delle sezioni (in foto la sezione 4).

elezioni 2019

 

Ore 14.30

Primi problemi in alcune sezioni della città capoluogo: lo spoglio non è ancora cominciato perchè mancherebbero i registri per inserire le preferenze. Alcuni presidenti di seggio avevano già segnalato la mancanza delle tabelle di scrutinio in cui riportare i voti dei candidati sindaci e ieri – 26 maggio – ne avevano fatto richiesta alla Prefettura per essere ‘riforniti’.

sezione chiusa Campobasso

Ore 14

Campobasso si prepara a scegliere il nuovo sindaco. Dalle 14, con l’insediamento dei seggi, è iniziato lo spoglio delle schede nelle sezioni elettorali dislocate in città: circa 30mila (68,3% degli aventi diritto) i cittadini che ieri – 26 maggio – si sono recati alle urne.

In corsa per la poltrona più alta di palazzo San Giorgio ci sono il sindaco uscente Antonio Battista, ricandidato dal Pd e sostenuto da altre due liste (Centro democratico e la Sinistra), l’avvocato della Lega Maria Domenica D’Alessandro, aspirante primo cittadino del centrodestra e appoggiata da una squadra composta da Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Popolari per l’Italia e il movimento ‘E’ Ora’. E ancora: Roberto Gravina (anche lui riconfermato dal Movimento 5 Stelle), Paola Liberanome (Io Amo Campobasso), Orlando Iannotti (Forconi).

Si preannuncia uno spoglio lungo, che probabilmente si concluderà solo in tarda serata. Con l’incognita ballottaggio.

collage sindaci Campobasso elezioni 2019